A Monza il teatro Binario 7 gira il calendario: otto spettacoli per una rassegna teatrale estiva
L’ingresso del Binario 7 (Foto by Radaelli Fabrizio)

A Monza il teatro Binario 7 gira il calendario: otto spettacoli per una rassegna teatrale estiva

Autunno e inverno vietati a teatro? E allora primavera ed estate: il Binario 7 gira il calendario e mette in cartellone una rassegna teatrale da otto spettacoli.

Niente stagione teatrale per l’autunno e inverno 2020-21? E allora che stagione estiva sia: il Binario 7 di Monza fa i conti con le chiusure per pandemia e decide di girare il calendario, programmando un cartellone teatrale che occupa i mesi di giugno e luglio. Ancora da stabilire gli orari definitivi, ma si tratta di otto spettacoli, tutti proposti in due o tre repliche. Ecco il calendario ancora suscettibile di alcune modifiche.

4 e 5 giugno
Quelli che restano
di Vanessa Korn e Francesca Gemma, con Vanessa Korn
Uno sguardo sulla vita di quattro persone come tante. Persone che, come tutti noi, sono state attraversate da questo anno difficile da dimenticare, un anno che ci ha messi davanti alla perdita, in tutte le sue forme. Ma camminando in mezzo a quello che non c’è più, queste quattro vite guardano a braccia aperte a quello che resta, con un po’ d’ironia e tanta tenerezza.

12 e 12 giugno
Il preferito
scritto e diretto da Dario Merlini, con Daniele Crasti e Dario Sansalone, compagnia Oyes
Due fratelli, un odio antico. Si combattono, si invidiano, si feriscono a vicenda da tutta una vita, rubandosi a turno ciò che hanno di più caro. Saranno costretti ad allearsi per salvare la cosa più importante: il buon nome della famiglia, non importa a prezzo di quali menzogne. Perché è solo sulla Famiglia che puoi contare per sopravvivere in un mondo cinico e corrotto.

18 e 19 giugno
Delle donne non facesti menzione (titolo provvisorio)
di Michela Tilli, con Alessia Vicardi
In questa lettura scenica tratta da un romanzo inedito della scrittrice Michela Tilli, Alessia Vicardi è una donna che, dopo una diagnosi sbagliata, scopre di avere di nuovo tutta la vita davanti. Decide allora di vivere davvero, smettendo di fare quello che gli altri pretendono da lei. Ricostruirà da zero i rapporti con il marito, i due figli e il padre con una nuova consapevolezza.

25 e 26 giugno
La casa degli spiriti
di Isabel Allende, con Silvia Giulia Mendola e Mimosa Campironi, regia Corrado Accordino, Compagnia Teatro Binario 7
In La casa degli spiriti di Isabel Allende sono tre donne, Clara, Blanca e Alba, a rappresentare le tre generazioni che si succedono. E proprio dal punto di vista femminile prende avvio la narrazione di una donna che, attraverso le donne, racconta la storia di una famiglia le cui vicende si svolgono sullo sfondo politico-sociale del Cile durante gli ultimi decenni del Novecento.

2 e 3 luglio 2021
Tre sull’altalena
di Luigi Lunari, con Enrico Roveris, Greg Bonalumi, Alfredo COlina, regia di Enrico Roveris , Compagnia Teatro Binario 7
Suona l’allarme per un’esercitazione anti-inquinamento e tre uomini, uniti dal caso in un luogo, non possono più uscire. Sono arrivati per ragioni differenti: c’è un commendatore per un appuntamento galante, un capitano dell’esercito che avrebbe dovuto acquistare materiale da guerra, un professore che avrebbe dovuto ritirare le bozze del suo libro. Ma quindi, dove sono in realtà? È possibile che tutti abbiano avuto l’indirizzo sbagliato?

9 e 10 luglio
Due madri
di Michela Tilli, con Ilaria Mauri, scene e regia Serena Piazza, disegno luci Francesco Speranza, produzione Effetto Morgana
Alla madre di Luca viene comunicato che il figlio è stato coinvolto in un grave episodio di violenza tra ragazzi. La donna corre all’ospedale per raggiungerlo, ma non sa ancora se il figlio è la vittima o l’aggressore. Lo spettacolo mette in scena il dubbio più grande che la madre di un adolescente possa affrontare: meglio perdere un figlio o aver messo al mondo un mostro?

16, 17 e 18 luglio
Il matrimonio era ieri
di Giuseppe Della Misericordia, regia Valentina Paiano,| cast in definizione, Compagnia Teatro Binario 7
Stefano rimane bloccato in aeroporto e arriva al suo matrimonio con un giorno di ritardo. È pronto ad affrontare la rabbia della sposa, invece scopre che il matrimonio è stato celebrato senza di lui. Una satira esilarante, cinica e veloce, nella quale i luoghi comuni sul matrimonio e sull’amore sono capovolti: a volte guardare le cose al contrario è l’unico modo per capirle.

23 e 24 luglio
Grasse risate, lacrime magre!
di e con Paolo Faroni e Fabio Paroni e compagnia Bluscint
Come sbeffeggiare i luoghi comuni del mondo del teatro e i suoi stereotipi, sviscerando con cattiveria il mestiere dell’attore in quattro quadri, più Prologo ed Epilogo. Un susseguirsi di scene esilaranti, dove i due attori/registi/autori si scambiano vicendevolmente il ruolo di buono/cattivo, pratico/idealista, affermato/fallito con grande versatilità e capacità mimetica.

L’orario di inizio degli spettacoli sarà comunicato successivamente, in base a eventuali disposizioni. Tutti gli spettacoli sono in abbonamento. Informazioni: 039.2027002, [email protected] e binario7.org.


© RIPRODUZIONE RISERVATA