Calcio, serie D: il Seregno cade a Ponte San Pietro nel recupero e perde la vetta
Calcio, Seregno e Ponte San Pietro - foto pagina Facebook Ponte San Pietro

Calcio, serie D: il Seregno cade a Ponte San Pietro nel recupero e perde la vetta

Il fanalino di coda del girone Ponte San Pietro coglie la prima vittoria dell’anno contro il Seregno che così perde la vetta della classifica. Decisivo un gol al 91’.

Imprevista battuta d’arresto per il Seregno, che a Ponte San Pietro, nell’ultimo dei recuperi in programma prima del ritorno alla calendarizzazione iniziale, è uscito sconfitto 2-1 dal fanalino di coda del girone B, che fin qui non aveva mai ottenuto una vittoria. Come già nel precedente scivolone a Lodi contro il Fanfulla, gli azzurri sono stati protagonisti di una prestazione apatica, infarcita per giunta di alcune ingenuità colossali, che alla fine hanno impedito di tornare in Brianza almeno con un punto in tasca.

Il kappaò è costato alla squadra allenata da Franzini il sorpasso in vetta da parte del Crema, che con quattordici lunghezze nel carniere precede proprio i seregnesi e la Real Calepina, fermi a dodici.
Entrando in cronaca, dopo quasi una mezz’ora senza squilli, il ghiaccio lo ha rotto per gli orobici Ibe, bravo con il mancino a trovare un piazzato che è carambolato sul palo lontano e da lì nel sacco. La reazione ospite ha tardato a concretizzarsi e così il risultato prima dell’intervallo non è più cambiato.

Nella ripresa, a complicare ulteriormente la situazione ci si è messo Da Silva, che nonostante una lunga esperienza in categorie superiori ha rimediato tra il 3’ ed il 6’ due ammonizioni evitabilissime, per falli a metà campo, ed è stato espulso. Qui Franzini ha probabilmente tardato ad apportare i correttivi necessari alla linea mediana, aspettando soltanto il 40’ per inserire Jimenez e Bonaiti per Poletti e Tentoni, nonostante i suoi faticassero a produrre ed evidenziassero troppe difficoltà dietro.
Allo scadere è comunque maturato un pareggio ormai insperato, con Ricciardo che, su suggerimento di Alessandro, ha superato di testa un incerto Pagno. Tempo 90 secondi, tuttavia, e Ferreira Pinto, quarantuno primavere sulle spalle, si è portato a spasso Invernizzi e Zoia, che insieme hanno meno anni di lui, e ha anticipato il tentativo di chiusura di Nava con un sinistro sporco, sul quale Lupu ha respinto in modo imperfetto, permettendo a Capelli di infilare il tap-in decisivo.

Ponte San Pietro-Seregno 2-1
Marcatori: 28’ pt Ibe (P); 90’ Ricciardo (S), 91’ Capelli (P)

Ponte San Pietro: Pagno; Salvi, Mara, Costa, Zambelli; Ferreira Pinto, Mandelli, Burato, A. Ferrari (18’ st Kritta); Ibe (23’ st Travellini), Capelli (48’ st Milesi). A disp.: Nozza Bielli, Zenoni, Zonca, Brignoli, Rota e Perego. All.: Curioni.
Seregno:
Lupu; R. Ferrari (18’ st Zanon), Borghese, Nava, Zoia; Poletti (40’ st Jimenez), Tentoni (40’ st Bonaiti), Da Silva; Azzi (27’ st Invernizzi), Ricciardo, Alessandro. A disp.: Adorni, Tomas, Tinti, Aga a Marcaletti. All.: Franzini.
Arbitro: Marangone di Udine.

Note: ammoniti Ibe (P), Ferreira Pinto (P), A. Ferrari (P), Mandelli (P), Zambelli (P), Poletti (S) ed Alessandro (S) per gioco falloso, Pagno (P) per comportamento non regolamentare ed Invernizzi (S) per proteste; espulso Da Silva (S) al 6’ st per somma di ammonizioni (entrambe per gioco falloso). Calci d’angolo: 4-3 per il Ponte San Pietro. Recuperi: 1’ pt, 6’ st.


© RIPRODUZIONE RISERVATA