Calcio, serie C: il Lecco pareggia in casa contro la Lucchese
L’esultanza dei giocatori del Lecco dopo un gol

Calcio, serie C: il Lecco pareggia in casa contro la Lucchese

il Cittadino apre una finestra sul Lario: da oggi il nostro sito darà notizia anche delle notizie del Calcio Lecco. E si parte con un pareggio in casa contro la Lucchese fanalino di coda.

Una finestra aperta sul Lario. Da oggi, domenica 10 gennaio, inizia una collaborazione tra il Cittadinomb.it e Calcio Lecco. Le cronache di tutte le partite dei blucelesti lariani, che giocno enl girone A della Serie C, si potranno trovare anche sul nostro sito. E l’inizio di questa nuova avventura inizia con un pareggio, quello raccolto in casa contro la Lucchese. Un pareggio molto amaro quello che è maturato al Rigamonti-Ceppi. Il match si chiude sul 2 a 2 finale dopo che la squadra di casa aveva dominato in lungo e in largo per buona parte della gara. Nel primo tempo la squadra di D’Agostino crea almeno cinque palle limpide e incassa la rete di Petrovic al primo tiro in porta. Una battuta d’arresto che premia oltremisura la Lucchese, che ha il merito di aver riportato in carreggiata una partita che sembrava persa grazie al cinismo e alla caparbietà nel finale di gara. Le recriminazioni in casa bluceleste sono molte, perché per come si era messa la partita, i tre punti sembravano più che scontati.

Una fase del match

Una fase del match

Cronaca primo tempo

Primo tempo ricco di emozioni con il Lecco che dopo soli 3 minuti può passare immediatamente in vantaggio con Capogna che non riesce a concludere. La Lucchese si fa vedere prima con Marcheggiani e poi con Adamoli che scappa sulla sinistra senza trovare al centro lo stesso Marcheggiani. Il Lecco risponde e al 22’ l’occasionissima capita sui piedi di Capogna che preferisce l’opzione del tocco sotto senza trovare la porta difesa da Coletta. Il vantaggio bluceleste non tarda ad arrivare: Celjak spinge sulla destra e il suo cross viene deviato da Dumancic per il più classico degli autogol. Il Lecco preme e la Lucchese sbaglia poco dopo un’uscita dalla difesa, Iocolano è il più lesto e dai sedici metri pietrifica Coletta per il gol del raddoppio. Mister Lopez vede che qualcosa non funziona ed effettua subito un cambio inserendo Petrovic. Il Lecco continua a macinare calcio e al 39’ sfiora la terza rete. Kaprof apre per Nesta, cross al centro, velo di Kaprof che favorisce la conclusione di Capogna che viene parata solo da un miracolo di Coletta che devia la sfera sul palo. Sul ribaltamento di fronte Marcheggiani pesca con un bellissimo filtrante Petrovic, che accorcia le distanze con un diagonale preciso. Squadre al the dell’intervallo sul 2 a 1.

Il Lecco ha provato a vincere la partita

Il Lecco ha provato a vincere la partita

Cronaca secondo tempo

Nella ripresa la Lucchese si fa vedere con Sbrissa, ma è troppo poco per impensierire un attento Pissardo. Il ritmo non decolla, complici anche i numerosi cambi che spezzettano il gioco. Il Lecco sembra voler aspettare, ma la Lucchese non affonda e allora sono i blucelesti che al 79’ si fanno vedere dalle parti di Coletta. D’Anna colpisce a rete, il portiere toscano para in qualche modo, poco dopo è ancora D’Anna a impensierire un imperfetto Coletta, che è poi bravo a chiudere su Celjak. Proprio quando il risultato sembrava incanalato sul 2 a 1 ecco la rete del pareggio della lucchese con un lecchese, Adamoli. L’ottima sponda di Petrovic favorisce l’inserimento del laterale che con il sinistro fulmina un’incolpevole Pissardo, impattando così il match sul 2 a 2 finale.

Le reazioni

Mister D’Agostino mastica amaro: «Mi rode, il primo tempo deve finire 4-0 il primo tempo. L’unico tiro che hanno fatto, abbiamo preso un gol. Nel secondo tempo abbiamo visto che ci sono giocatori che possono giocare in una piazza viva come Lecco e chi invece soffre. O cambiamo mentalità tutti, o è normale che poi debba giudicare. Non esiste al mondo pareggiare una partita del genere. Abbiamo preso due gol a squadra schierata. Ci piace complicarci la vita. Non faccio nomi: ma la mentalità non si può allenare, nasce dentro. Purtroppo la devi avere innata, io posso aiutare a tirarla fuori. Questa è una piazza atipica per il nord, è calda, mette pressioni, dal presidente ai tifosi alla stampa. O trasformi queste pressioni in energia positiva, oppure non posso farci niente».

LECCO (3-4-2-1) Pissardo; Celjak, Malgrati, Capoferri; Nesta (dal 14’ s.t. Merli Sala), Marotta (dal 37’ s.t. Lora), Bolzoni, Nannini; Iocolano (dal 23’ s.t. Foglia), Kaprof (dal 14’ s.t. D’Anna); Capogna (dal 37’ s.t. Mastroianni) (Bertinato, Giudici, Mangni, D’Anna, Porru, Haidara, Moleri, Raggio). All. D’Agostino.

LUCCHESE (3-5-2) Coletta; Papini, De Vito (dal 34’ p.t. Solcia), Dumancic; Panati (dal 26’ s.t. Scalzi), Sbrissa, Meucci, Kosovan (dal 34’ p.t. Petrovic), Adamoli; Nannelli, Marcheggiani (dal 44’ s.t. Panariello) (Biggeri, Cruciani, Cellamare, Signori, Bartolomei, Forciniti, Molinaro, Caccetta). All. Lopez

ARBITRO Andrea Ancora di Roma

MARCATORI Dumancic (Lu) autogol, Iocolano al 29’, Petrovic (Lu) al 40’ p.t.; Adamoli (Lu) al 43’ s.t.

Ammoniti: Zotti (dalla panchina), Bolzoni, Celjak per il Lecco; Solcia per la Lucchese.

Espulsi: Nessuno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA