Calcio, Seregno al lavoro per formare il nuovo staff tecnico e ripartire
Seregno - Gianluca Balestri, esonerato dalla guida tecnica del Seregno (Foto by Paolo Colzani)

Calcio, Seregno al lavoro per formare il nuovo staff tecnico e ripartire

Sono attese a breve le novità ufficiali in casa Seregno dopo l’esonero di mister Gianluca Balestri e del suo staff. Il presidente Erba e la società al lavoro per tentare la remuntada.

Rivoluzione sotto l’albero di Natale per il Seregno. In coda alla prima sconfitta interna della stagione, rimediata al cospetto di un ottimo Ponte San Pietro (0-2, con reti di Dragan Trajcovic al 22’ del primo tempo e di Adriano Ferreira Pinto al 7’ della ripresa), il presidente Davide Erba ha comunicato l’esonero del tecnico Gianluca Balestri, promosso in estate alla guida della prima squadra dall’Under 17. Con l’allenatore carpigiano sono stati congedati anche il preparatore atletico Gigi Asnaghi e il preparatore dei portieri Giuseppe Gatta.

I tre hanno pagato la striscia negativa di sei gare, con cinque pareggi e il rovescio contro i bergamaschi, alla quale si è sommata l’eliminazione dalla Coppa Italia per mano della Folgore Caratese. Adesso c’è da capire chi sarà chiamato a sedersi sulla panchina del Ferruccio.

Un nome che avrebbe stuzzicato Erba in chiave rilancio è Marco Gaburro, che però ha cominciato l’annata con il Lecco, da cui è stato licenziato poche settimane fa, e quindi a livello regolamentare non può essere immediatamente tesserato.
Ma almeno il profilo indica che l’intenzione sia di affidarsi ad una guida esperta e che ben conosce la categoria e che il pericolo di ridimensionamento o interruzione del percorso sia destinato a rimanere sulla carta.

«I tifosi - ha rassicurato il presidente - sanno che siamo partiti con un progetto importante, che non si ferma certamente». E poi, nella mattinata di lunedì: «Esiste solo una promessa per i nostri tifosi: duro lavoro per tentare una difficile ma non impossibile remuntada». Il Seregno ha 29 punti, la capolista Pro Sesto 40. Tra di loro anche Legnano e Scanzorosciate (35 e 33).

Ora ovviamente bisognerà verificare anche le ripercussioni in chiave mercato, con l’organico che potrebbe essere rivisitato in maniera sostanziale. Prima del match con il Ponte San Pietro, il nome in entrata più vicino pareva essere quello del difensore nigeriano Taye Taiwo, ex milanista, in uscita dai finnici del Rovaniemi Palloseura.

Novità ufficiali sono attese nel breve, anche perché c’è da preparare l’impegnativa trasferta di domenica 15 dicembre a Sondrio.

Seregno-Ponte San Pietro 0-2
Marcatori: 22’ pt Trajcovic (P), 7’ st Ferreira Pinto (P)

Seregno: Barlocco; Tomas (15’ st Mantegazza), Luoni, Gregov; Valsecchi, Bonaiti (32’ st Marini), De Angelis (20’ st Clerici), Tocci (3’ st Labas), Zoia; Artaria (11’ st Bertani), Blazevic. A disp.: Galimberti, Aga, Ferrari e Jimenez. All.: Balestri.

Ponte San Pietro: Pennesi; Alborghetti, Simonetto, Solcia, Zambelli; Ruggeri, Pedrocchi, Trajcovic; Ferreira Pinto, Locatelli (15’ st Rota), An. Capelli. A disp.: Carrara, Zenoni, Mosca, Kritta, Ametrano, Merati, Cortinovis e Milesi. All.: Mignani.

Arbitro: Ubaldi di Roma 1

Note: ammoniti Gregov (S), Luoni (S) e Zambelli (P), tutti per gioco falloso. Calci d’angolo: 5-4 per il Ponte San Pietro. Recuperi: 1’ pt, 4’ st.


© RIPRODUZIONE RISERVATA