Villasanta, pace tra Team 86 e Canegrate dopo l’insulto razzista a una 18enne
Un paio di immagini della squadra di Serie B femminile di Villasanta (Foto by Gabriele Galbiati)

Villasanta, pace tra Team 86 e Canegrate dopo l’insulto razzista a una 18enne

Dopo il brutto episodio le due squadre di basket disputeranno una partita amichevole. All’origine di tutto un’offesa irripetibile nei confronti

Un comunicato congiunto per annunciare le scuse e cancellare così il bruttissimo episodio di razzismo accaduto lo scorso sabato verso l’atleta di colore 18enne del Team 86 Villasanta. Nel corso dell’ultima partita della squadra di Serie B femminile, al termine della gara contro il Canegrate Basket, un atleta avversaria ha apostrofato la cestista villasantese Aminata Dieng con un pesante insulto razzista. Un offesa irripetibile che ha subito creato scompiglio tra le due formazioni e ha spinto i blues ha segnalare quanto accaduto alla Fip.

La vicenda ha causato lo sdegno della dirigenza dei villasantesi che dopo la partita ha raccontato quanto successo in un post su Facebook, stigmatizzando l’episodio di razzismo e prendendo subito le distanze. Nei giorni successivi sono arrivate subito le scuse da parte della società e dell’atleta avversaria e mercoledì le due società hanno voluto dare un calcio al razzismo attraverso un comunicato stampa congiunto a firma dei presidenti Maurizio Locati del Team 86 Villasanta e Salvatore Laguardia del Basket Canegrate

«Le società Team86 Basket Villasanta e la società Basket Canegrate – si legge nella nota –, nel riconoscere la gravità del fatto e nel precisare che episodi del genere non devono mai succedere, ribadiscono il loro impegno nel prendere distanza da ogni forma di violenza e discriminazione, peraltro incompatibili con le finalità istituzionali delle stesse associazioni. Preso atto della lettera di scuse inviate da Basket Canegrate al Team86 e della lettera di scusa dell’atleta di Canegrate alla coetanea villasantese ed al Team86, crediamo fermamente sia un incidente irripetibile e riteniamo che lo stesso non sia stato generato da un desiderato gesto discriminatorio. Nei prossimi giorni Team 86 e Basket Canegrate si faranno promotori di un’iniziativa comune, in nome della “pallacanestro che unisce”, finalizzata ad un abbraccio ed una forte stretta di mano tra le atlete delle due squadre».

L’idea delle due società, che oltre al comunicato stampa si sono fatte promotrici di alcuni momenti di sensibilizzazione con tutte le loro squadre sull’importanza dello “Sport che unisce” durante gli allenamenti, ci sarebbe quella di organizzare una partita amichevole la prossima settimana dove le due avversarie potranno così stringeranno la mano e con un abbraccio farsi promotrici dei veri valori che lo sport, ed in particolare la pallacanestro, sanno trasmettere a tutti i loro appassionati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA