Vent’anni del Bello che fa bene: il Natale di Aibi per i bambini in orfanotrofio
Iniziativa AiBi

Vent’anni del Bello che fa bene: il Natale di Aibi per i bambini in orfanotrofio

C’è anche il Cittadino al fianco dell’edizione 2021 di “Il Bello che fa Bene” di Ai.Bi. quest’anno dedicato ai bambini del mondo in orfanotrofio. È il traguardo dei vent’anni e l’associazione li festeggia con chef Franco Aliberti e Max Laudadio, per un Natale a “Scarto zero”.

C’è anche il Cittadino al fianco dell’edizione 2021 di “Il Bello che fa Bene” di Ai.Bi. È il traguardo dei vent’anni e l’associazione li festeggia con chef Franco Aliberti e Max Laudadio, per un Natale a “Scarto zero”. Per garantire a tutte le bambine e i bambini il diritto di essere figli.

Iniziativa AiBi: che Franco Aliberti

Iniziativa AiBi: che Franco Aliberti

Per il compleanno tondo, il Bello che fa Bene veste anche i panni della sostenibilità e con lo chef dello “scarto zero” Aliberti propone la speciale Box “Ovunque tu sia … Brinda con Ai.Bi.”.

Un evento di solidarietà perfetto anch per le aziende e per le persone che credono che una scelta di stile possa sposare una buona azione.

La “buona azione” del 2021 è rivolta agli oltre 200 milioni di bambini negli orfanotrofi di tutto il mondo.

I primi a sostenere questo impegno sono Franco Aliberti e gli altri grandi chef coinvolti nell’iniziativa “Il Bello che fa Bene – scarto zero”. Lui è il volto della rubrica di Master Chef Magazine “Cucina Antispreco”, in onda su Sky Uno, in cui mostra come creare ottimi piatti riducendo al minimo lo spreco alimentare.

“Intendo il mio fare ristorazione – afferma Aliberti - più anti-spreco che di riutilizzo: la metà delle cose che uno scarta è la metà di quelle che compra”.

Questo sguardo attento alla bellezza dello “scarto” è una caratteristica che unisce ancor più Aliberti alla mission di Ai.Bi.: “Promuovere il diritto a essere figli dei bambini abbandonati dalla famiglia, prima, e dalle istituzioni poi. Che non perdono la speranza di diventare figli grazie all’accoglienza”, dicono.

Per aderire alla 20esima edizione de “Il Bello che Fa Bene” basta richiedere online la Box “Ovunque tu sia … Brinda con Ai.Bi.”: bella, solidale e sostenibile, realizzata Longo Speciality e con il sostegno di Gruppo Lunelli con un panettone pasticceria Bardi – Longo, con crema di Pistacchio di Bronte DOP; uno Spumante Trento Doc Maximum Brut Cantine Ferrari; una confezione di cioccolato di Modica IGP al sale integrale; una confezione di frollini alla nocciola – biscotti artigianali con nocciole IGP del Piemonte; una confezione di croccantini alle mandorle pugliesi, pistacchio di Stigliano e nocciole Piemonte IGP; un dono firmato Alessi della linea Girotondo, simbolo dei bambini “scartati” che rinascono figli grazie all’amore di chi li accoglie in famiglia. In più, ci sarà un esclusivo cadeau “scarto zero” tutto da scoprire pensato dallo chef Franco Aliberti.

Nella box sarà presente anche l’invito esclusivo per partecipare all’evento online “Il bello che fa bene”: una diretta social in programma il 21 dicembre alle 19, in cui a fare gli onori di casa sarà il presidente di Ai.Bi. Marco Griffini insieme a Max Laudadio, ospiti speciali Aliberti e gli amici chef che da Bergamo a Palermo si collegheranno dalle loro cucine. E poi c’è una sorpresa speciale.

Il Bello che fa Benediventa anche un Temporary Shop Online online da dicembre sul sito dell’associazione .

L’iniziativa gode ad oggi della media partnership di Agroalimentare News, Agrodolce, Avvenire, Consulente del Gusto, Il Cittadino, Ristoranti e Vita.


© RIPRODUZIONE RISERVATA