Varedo: all’ex Snia non è finita, arrestato un altro spacciatore
I reparti abbandonati dell'ex Snia

Varedo: all’ex Snia non è finita, arrestato un altro spacciatore

Dopo l’operazione di poche settimane fa continua lo spaccio all’ex Snia di Varedo: i carabinieri hanno arrestato un uomo di 21 anni di origine marocchina.

Si era inventato un mestiere di spacciatore dentro l’ex Snia e nell’ex cimitero industriale si era pure costruito una casa di legno, che usava come giaciglio e nascondiglio per la droga. Fino a venerdì 12 luglio. Ora il marocchino di 21 anni, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato per detenzione e spaccio di stupefacenti. I carabinieri di Desio lo hanno rintracciato nel corso di un’ispezione all’interno dell’area abbandonata.

Numerosi gli spacciatori che sono riusciti a fuggire. Lui non ce l’ha fatta ed è stato fermato. I militari lo hanno sorpreso con quaranta grammi di hashish in tasca. Nel capanno di legno sono stati ritrovati anche un bilancino di precisione, sostanze da taglio e tutti gli accessori necessari per il confezionamento della droga. Oltre al pusher, il 21enne faceva anche il ladro.

LEGGI l’operazione contro le bande dell’ex Snia

Sempre nel suo capanno dentro l’ex Snia, gli uomini dell’Arma hanno trovato tre biciclette sportive. Le due ruote erano state rubate alcuni giorni fa in alcuni garage in via Umberto I. I residenti avevano denunciato i furti in caserma. In pochi giorni le forze dell’ordine hanno già scoperto il responsabile. Dopo l’ultimo blitz delle forze dell’ordine nell’ex Snia, è diminuita in modo significativo l’attività di spaccio all’interno dell’area dismessa ma i carabinieri continuano in modo regolare le ispezioni. Resta tutto da risolvere invece il problema dei senza tetto: ancora tanti i clochard che vivono all’interno di baracche di legno, in condizioni igieniche precarie.


© RIPRODUZIONE RISERVATA