Urbanistica a Seregno, il commissario Cananà dà il via alla variante al Pgt
Il palazzo municipale di Seregno

Urbanistica a Seregno, il commissario Cananà dà il via alla variante al Pgt

Urbanistica a Seregno: il commissario straordinario Antonio Cananà ha avviato l’iter per la redazione di una variante al piano delle regole, parte integrante del piano di governo del territorio in vigore dal 2014: «Attenuazione dei margini di discrezionalità decisionale, a vantaggio della trasparenza»

Nuovo terremoto nell’urbanistica a Seregno. Sulla scorta di alcune criticità evidenziate dagli uffici comunali e dalla commissione edilizia, corroborate peraltro da privati cittadini e portatori di interessi diffusi, il commissario straordinario Antonio Cananà ha avviato l’iter per la redazione di una variante al piano delle regole, parte integrante del piano di governo del territorio in vigore dal 2014. «La novità - ha commentato lo stesso Cananà- ha preso spunto anche dalle evidenze delle recenti vicende giudiziarie che hanno riguardato l’ente e sarà finalizzata ad una più generale attenuazione dei margini di discrezionalità decisionale, a vantaggio della trasparenza dei processi istruttori ed autorizzativi».

La delibera è stata adottata giovedì 11 gennaio e non costituisce certo un fulmine a ciel sereno. Già prima di Natale, in uno dei suoi periodici incontri con la stampa locale, il commissario aveva spiegato di aver ricevuto rilievi in merito al piano delle regole del Pgt ed aveva aggiunto che avrebbe approfondito l’argomento, optando per una variante, nel caso di smagliature vistose, o per una lettera di segnalazione da lasciare in eredità alla prossima amministrazione elettiva, nel caso di pecche di minor spessore.

Lorenzo Sparago, dirigente dell’area comunale che sovrintende ai servizi per il territorio, allo sviluppo economico ed alla cultura, al quale è stata demandata la responsabilità progettuale e del procedimento, sarà coadiuvato in questa fase dal Centro studi per la programmazione intercomunale dell’area metropolitana, meglio conosciuto come Pim, associazione volontaria tra enti pubblici locali senza scopo di lucro, che svolge attività di supporto tecnico-scientifico agli associati, forte di un’esperienza pluriennale in tema di urbanistica e di una conoscenza delle specificità del territorio, anche dal punto di vista socio-economico.

La redazione della variante sarà subordinata alla valutazione ambientale strategica, per garantire la sostenibilità della proposte anche attraverso la partecipazione dei soggetti interessati e dell’intera popolazione.

A questo scopo, mercoledì scorso è stato pubblicato l’avviso dell’avvio del procedimento sul sito internet comunale www.comune.seregno.mb.it. I cittadini potranno presentare suggerimenti o istanze fino a mercoledì 7 febbraio, alle 12. Le osservazioni, in duplice copia ed in carta semplice, andranno recapitate all’ufficio protocollo di via Umberto I 78 o inviate tramite posta elettronica certificata all’indirizzo mail [email protected]


© RIPRODUZIONE RISERVATA