Un panzerotto a Manhattan: da Concorezzo alla conquista di New York
Chef Giacomo Baldi a sinistra con lo stuolo di assistenti che hanno fatto il primo panzerotto a New York

Un panzerotto a Manhattan: da Concorezzo alla conquista di New York

Il panzerotto brianzolo va alla conquista della Grande Mela per aiutare i bimbi dei Paesi più poveri. Il 3 aprile a New York i concorezzesi Angelo Magni e Giovanni Bonati inaugureranno a Manhattan il loro primo panzerottificio.

Il panzerotto brianzolo va alla conquista della Grande Mela per aiutare i bimbi dei Paesi più poveri. Il 3 aprile a New York i concorezzesi Angelo Magni e Giovanni Bonati inaugureranno a Manhattan il loro primo panzerottificio.

«L’idea mi è venuta la scorsa estate – ha svelato Magni – quando ero a Milano e mi sono fermato da Luini ovviamente a comprare un panzerotto e mi sono chiesto perché non esportare questo prodotto in America».

Al progetto iniziale dell’imprenditore brianzolo che ha realizzato anche un grande skatepark e posti per il co-working in Italia e non solo, è stato aggiunto l’ambizioso obiettivo di sostenere Mary’s Meals.

«Questa associazione internazionale di cui faccio parte - ha raccontato Magni – contribuisce a dare istruzione e un pasto a bambini che vivono in paesi sottosviluppati. Ecco noi per ogni panzerotto che venderemo vogliamo garantire un pranzo ai piccoli».

Giovanni Bonati e Angelo Magni

Giovanni Bonati e Angelo Magni


Quindi non è solo un’iniziativa di business, ma c’è anche una componente di solidarietà per chi si trova svantaggiato. È interessante anche capire come questo sogno, passo dopo passo, si sia tramutato in realtà perché Magni ha raccontato che «attraverso Facebook ho lanciato un appello per un crowdfunding e in tempi abbastanza rapidi siamo riusciti a reperire le risorse per avviare l’attività. Tra l’altro in questa startup mi ha subito seguito mio cugino Giovanni Bonati (sempre di Concorezzo) che è un imprenditore nell’ambito delle tecnologie e della digitalizzazione».

Questi due brianzoli, il 42enne Angelo e il 45enne Giovanni, dallo scorso ottobre si sono trasferiti a New York e il 3 aprile taglieranno il nastro del loro primo panzerottificio nella Grande Mela con il marchio “I love panzerotti”, con un bel cuore nel nome, anche se per dovere di cronaca esiste già un panzerottificio a Brooklyn.

Inoltre, i due manager oltre a utilizzare materie prime come pasta, pomodoro e mozzarella proveniente dall’Italia, si faranno aiutare dallo chef Giacomo Baldi, un altro italiano che si sta affermando oltreoceano. Le novità per questo punto vendita non finiscono perché all’interno del locale ci saranno delle zone con grandi schermi per la realtà aumentata e per chi posterà su Instagram una sua foto nel negozio verrà riprodotta anche sui video del locale. Insomma un mondo diverso che unisce la qualità culinaria italiana, la tecnologia e la solidarietà.

«Nell’arco di un anno dovremmo aprire altri 3 o 4 punti vendita sempre qui a New York e poi anche in altre città americane» ha concluso Magni, che insieme al cugino sta lavorando per l’inaugurazione che avverrà mercoledì prossimo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA