Ubriaco dà in escandescenza per strada a Monza: interviene la polizia locale
Una pattuglia della polizia locale (Foto by Fabrizio Radaelli)

Ubriaco dà in escandescenza per strada a Monza: interviene la polizia locale

Un 36enne marocchino, ubriaco, è stato notato da alcuni passanti dare calci e pugni alle auto in sosta in via dei Mille. All’arrivo della polizia locale ha proseguito a dare in escandescenza fino al trasferimento all’ospedale San Gerardo.

Visibilmente ubriaco è stato visto da alcuni passanti tirare calci e pugni alle auto in sosta e poi, una volta giunta la polizia locale, ha brandito due bottiglie di birra e ha iniziato a denudarsi e a sputare. Protagonista dell’episodio, accaduto mercoledì 31 luglio attorno alle 14 a Monza, in via dei Mille, è stato un cittadino di nazionalità marocchina, irregolare sul territorio italiano, denunciato per danneggiamento e per violazione alla normativa sugli immigrati.

Ad accorrere in centro città è stato personale del NOST (Nucleo operativo sicurezza tattica) . Lo straniero alla vista degli agenti ha tenuto un atteggiamento tutt’altro che collaborativo e si è anche procurato delle ferite superficiali al petto. Gli uomini del Comando di via Marsala hanno chiesto l’intervento della Croce rossa ma nel frattempo l’uomo ha dato in escandescenza tentando di sbattere la testa al suolo tanto che gli agenti hanno utilizzato dei braccialetti contenitivi per evitare che causasse lesioni a sé e agli altri.

Sul posto è sopraggiunta anche una pattuglia della questura di Monza in ausilio fino all’arrivo dell’ambulanza che ha portato l’uomo all’ospedale San Gerardo dove è stato sedato e trattenuto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA