Tutto quello che c’è da sapere del Natale a Monza: la ruota panoramica, la pista di pattinaggio, gli eventi e l’Albero magico
Presentazione iniziative Natale in Citta (Foto by Fabrizio Radaelli)

Tutto quello che c’è da sapere del Natale a Monza: la ruota panoramica, la pista di pattinaggio, gli eventi e l’Albero magico

Presentato il programma di Christmas Monza che apre il 27 novembre con un “Push the button” virtuale. Qui tutto quello che c’è da sapere sulle iniziative, a partire dalla ruota panoramica: costi, prezzi e perché proprio in largo Mazzini.

Un Natale all’insegna della ripartenza e della rinascita, ricco di iniziative e di novità, ma con l’attenzione sempre rivolta alla situazione sanitaria. Per questo non ci sarà un’inaugurazione ufficiale del Christmas Monza, la kermesse che illuminerà il capoluogo brianzolo da sabato 27 novembre al 6 gennaio, ma un “Push the button” virtuale.

LEGGI Monza: ordinanza per l’obbligo di mascherina all’aperto in centro dal 27 novembre al 6 gennaio

«È una scelta dolorosa, ma necessaria – spiega il sindaco Dario Allevi - Una scelta di responsabilità. La situazione epidemiologica è in rapida e preoccupante evoluzione e non ci possiamo permettere situazioni di assembramento che potrebbero rivelarsi un pericoloso detonatore».

Le luci. Sabato 27 attorno alle 17.30, minuto più minuto meno, la città accenderà tutte le sue luci in contemporanea e dall’Arengario scenderanno (in due riprese) alcuni Babbi Natale. Trentaquattro le vie illuminate, 628 le ghirlande, per quasi tre chilometri di luci a led di ultima generazione, con un un’attenzione particolare alla sostenibilità. Anche viale Cesare Battisti viene abbellito dalle luci, quest’anno nella sua interezza, da piazzale Virgilio alla Villa Reale. Quest’ultima, invece, brillerà di luci bianche e rosse.

La ruota: i prezzi, i particolari. L’attrazione che in questi giorni sta facendo maggiormente parlare di sé è ”La Grande Roue” collocata in largo Mazzini. Un’installazione tra le più alte al mondo tra quelle ”smontabili”, composta da 24 cabine per una capienza massima di 144 passeggeri. La ruota sarà illuminata da oltre 3.000 punti luce a led a risparmio energetico.

Il giro per ammirare la città dall’alto (altezza massima 32 metri) dura 6/7 minuti e costa 8 euro per gli adulti e 6 per i bambini (gratis per i disabili e prezzo calmierato per gli studenti).

Perché in largo Mazzini. «La Grande Roue» sarà aperta tutti i giorni dalle 10 alle 24. Prima di arrivare a Monza è stata a Ginevra, a Montpellier, in Costa Azzurra e in Olanda. A proposito di polemiche e frecciatine apparse sui social, il primo cittadino e l’assessore alla Cultura Massimiliano Longo hanno voluto chiarire alcuni punti: “La ruota non è una giostra - hanno evidenziato - ma una delle strutture del suo genere più importanti in Europa, gestita da professionisti del settore che lavorano in tutto il continente. Il perché del posizionamento in largo Mazzini è semplice. Quella zona, come fatto presente più volte da commercianti e cittadini, merita un’attenzione particolare. Quando la ruota sarà in funzione ci sarà un passaggio di persone desiderose di divertirsi, famiglie e bambini che terranno lontano certi personaggi che stazionano abitualmente nei pressi. Non dimentichiamo che largo Mazzini è una delle porte della città e l’attrazione sarà visibile anche da chi transita di lì indipendentemente dalla volontà di recarsi in centro. Altre zone della città non erano proponibili. Piazza Trento e Trieste sorge sopra un autosilos e non poteva reggere un simile peso, mentre nascondere la facciata della Villa Reale sarebbe improponibile. Inoltre, la Sovrintendenza non avrebbe mai accordato il permesso”.

I costi. E a proposito di costi il primo cittadino ha sottolineato che il Christmas Monza è il risultato della fiducia reciproca tra comune e sedici aziende del territorio che hanno dato il loro contributo. Niente è stato chiesto a commercianti e ai cittadini contribuenti. Addentrandosi nei dettagli Allevi ha specificato che illuminazioni, ghirlande e decorazioni sono costate 300.600 euro, 275.000 messi dagli sponsor e 25.000 dal Comune (8%) provenienti dal capitolo di Bilancio per i servizi al commercio.

«A questa cifra - ha sottolineato Allevi - vanno aggiunti i 60 mila euro per il videomapping dell’Arengario il cui affidamento è dovuto passare da un bando pubblico. Si tratta, in questo caso, di risorse provenienti dalla tassa di soggiorno, quindi destinate allo sviluppo del sistema turistico. Tutti gli altri eventi, compresa la ruota panoramica, sono a costo zero per il Comune. Anzi, ruota, espositori del villaggio e pista di pattinaggio pagano l’occupazione di suolo pubblico e contribuiscono con 18.000 euro alla manifestazione».

Le altre attrazioni. Diverse le attrattive per cittadini e visitatori. Da sabato 27 novembre a giovedì 6 gennaio (tutti i giorni dalle 17 alle 2 del mattino) l’Arengario si trasformerà in un caleidoscopio high tech di luci e colori. Il progetto «Kaleido» di AreaOdeon prevede il coinvolgimento diretto del pubblico che potrà scegliere dal proprio smartphone – attraverso il sito www.livemapping.it - i contenuti grafici e cromatici del videomapping e vederli proiettati in tempo reale sulla facciata dell’Arengario, condividendoli poi anche sui social network.

Ad accompagnare la proiezione caleidoscopica, le altre tre facciate e la torre dell’Arengario saranno decorate da illuminazioni colorate e dinamiche a tema natalizio.

Christmas Village. Tra piazza Carducci e piazza San Paolo sarà allestito il Christmas Village: oltre 30 chalet creati appositamente per Monza dagli artigiani del Trentino Alto Adige circondati da 16 abeti illuminati. Saranno presenti prodotti enogastronomici e artigianali di qualità provenienti da tutta Italia e dall’estero (prevista anche la partecipazione dei campioni del mondo di panettone), capi di abbigliamento, decorazioni, saponi e profumi d’Oriente.
Al centro del villaggio, intorno a un grande albero di Natale illuminato, ogni venerdì, sabato e domenica Babbo Natale e gli elfi, incontreranno tutti i bambini che potranno consegnare la loro letterina.

Ogni weekend in programma cori gospel, spettacoli e attività per i più piccoli. Il Christmas Village sarà aperto dal 27 novembre al 6 gennaio tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30 (a Natale e il 1° gennaio dalle 15 alle 19). Il clou delle attrazioni sarà piazza Trento e Trieste.

L’Albero magico. I bambini potranno salire sull’«Albero Magico», una giostra speciale: un classico albero di Natale alto dieci metri, con luci e colori, in cui le «classiche» palle decorative sono sostituite da sfere rotanti che faranno «volare» bambini e adulti (tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30 – 1 corsa 3 euro – disabili gratuito).

La pista di pattinaggio. Il «cuore» di piazza Trento e Trieste sarà la pista di pattinaggio su ghiaccio di 300 metri quadrati. Aperta dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 19.30 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 23 (dal 27 novembre al 23 dicembre), tutti i giorni dalle 10 alle 23 (dal 26 dicembre al 9 gennaio).

Orari speciali: alla vigilia di Natale la pista sarà aperta dalle 10 alle 19, il 25 dicembre dalle 16 alle 23, il 31 dicembre il Capodanno sarà on ice fino alle 2.00, mentre il 1° gennaio aprirà alle 15 e chiuderà alle 23. L’ingresso intero costa 8 euro, il ridotto 6. I più piccoli potranno tornare indietro nel tempo e andare a cavallo sulla «Giostra antica» in piazza San Paolo, costruita da artigiani veneti sulla base di un modello originale dell’Ottocento con cavalli e carrozze in legno massiccio intarsiate e decorate a mano (tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30 – 1 corsa 2,50 euro, 3 corse 5 euro e 8 corse 10 euro – disabili gratuito).

Mostre e associazioni. In mostra in Galleria Civica (via Camperio, 1) una raccolta di presepi che rappresentano la Natività secondo interpretazioni, dimensioni e materiali diversi. Dal legno alle stoffe, dalla carta al «presepe da parete»: vere e proprie opere d’arte create con passione e fantasia da artigiani dell’«Associazione Italiana Amici del Presepio» di Ponte San Pietro. Dal 4 dicembre al 9 gennaio nei seguenti orari: da martedì a venerdì dalle 15 alle 19; sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19; il 26 dicembre e il 1° gennaio dalle 15 alle 19; 25 dicembre chiuso. Ingresso gratuito.

Sotto i portici dell’Arengario si alterneranno le associazioni e le onlus cittadine, che avranno l’opportunità di farsi conoscere e promuovere attività benefiche con l’iniziativa l’Arengario della Solidarietà.

Eventi. Per tutto il mese di dicembre musica, teatro e food accompagneranno i monzesi fino al giorno di Natale e oltre. Questo il programma: sabato 27 novembre alle 21 nel Salone della Feste della Reggia di Monza, Massimiliano Finazzer Flory guiderà i visitatori alla scoperta della Divina Commedia nella lettura teatrale «E quindi uscimmo a riveder le stelle». Un percorso di parole attraverso i più significativi canti dell’opera più famosa del Sommo Poeta a 700 anni dalla sua scomparsa. Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su www.eventbrite.it.

«Apparizioni luminose», sfilata itinerante di trampolieri con costumi illuminati e musica diffusa a cura del Teatro «Aleph» di Bellusco (sabato 4 dicembre – ore 17 - centro storico); sfilata musicale degli zampognari, concerto itinerante del gruppo folkloristico miradolese «I Pedra» che eseguiranno musiche natalizie tradizionali (sabato 11 dicembre – ore 16 – centro storico); risotto natalizio al panettone, iniziativa a sostegno dell’associazione «Uroburo Onlus» per la costruzione di un condominio solidale per persone con disabilità (domenica 12 dicembre - dalle 10.30 alle 20 - piazza Roma); «Dove eravamo rimasti», spettacolo teatrale della compagnia «Il Veliero» (mercoledì 15 dicembre - ore 21- Teatro «Binario 7»); concerto a favore del «Comitato Maria Letizia Verga» (venerdì 17 dicembre – ore 18 – Chiesa San Pietro Martire); «Un Natale che danza», concerto gospel di musiche natalizie del «Rejoice Gospel Choir» diretto da Gianluca Sambataro (sabato 18 dicembre- ore 18 - piazza Roma); Concerto di Natale, performance dei gruppi «Echoes City Choir», «Alchimia Vocal Ensemble» e del Coro voci bianche «Il Mandarino» diretti da Beatrice De Rosa (venerdì 24 dicembre – ore 17 - piazza Roma); auguri di Natale con gli alpini con la tradizionale distribuzione di vin brûlé e panettone (venerdì 24 dicembre - al termine della Santa Messa di mezzanotte - piazza Roma).

Gli ultimi due appuntamenti sono in programma all’inizio del nuovo anno: domenica 2 gennaio alle 16 il centro storico si trasformerà nel palcoscenico di «Madame Operà», spettacolo itinerante con una dama in costume d’epoca che interpreterà le più popolari arie d’opera, mentre giovedì 6 gennaio alle 16.30 in piazza Roma ci sarà il concerto del «The Singers’ Choir», diretto da Elisabetta Tonin. Piazza Carducci sarà circondata da alberi avvolti in fasci di luce bianca calda e un albero di Natale sarà al centro anche di piazza Duomo. Delle installazioni natalizie saranno posizionate anche all’interno del «Paese Ritrovato», la struttura protetta dedicata alle persone con Alzheimer e demenza.

Durante tutto il periodo delle feste il trenino di Natale attraverserà le strade e le piazze del centro storico. Partenze il 27 e 28 novembre, dal 4 al 31 dicembre e dal 1° al 6 gennaio dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19. Costo della corsa 3 euro. Torna anche quest’anno il concorso fotografico «Christmas Monza Contest 2021» sul tema relativo all’atmosfera del Natale monzese, rivolto a tutti gli appassionati di fotografia senza limiti d’età. Partecipare è semplicissimo: basta pubblicare dal 1° dicembre al 6 gennaio sui propri canali social (Facebook o Instagram) una foto della città di Monza illuminata ed inserire l’hashtag: #christmasmonzacontest2021. Una giuria tecnica sceglierà le migliori. I premi del contest fotografico saranno biglietti o miniabbonamenti del Teatro «Manzoni», offerti dall’Azienda Speciale di Formazione Scuola «Paolo Borsa». Il regolamento del contest è su www.comune.monza.it www.turismo.monza.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA