Triuggio chiude i parchi giochi per contrastare gli assembramenti
Un gioco in un parco pubblico di Triuggio

Triuggio chiude i parchi giochi per contrastare gli assembramenti

Pugno duro a Triuggio contro gli assembramenti: il Comune ha deciso di chiudere i parchi giochi per contrastare la diffusione del contagio da Covid-19

Chiusura dei parchi giochi da martedì 2 a martedì 9 marzo. Il Comune di Triuggio lo ha stabilito con ordinanza sindacale, disponendo la chiusura di tali aree su tutto il territorio comunale. Il motivo è presto detto: la decisione arriva “considerati l’evolversi della situazione epidemiologica” da Covid-19, “il carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia e l’incremento dei casi sul territorio nazionale”. L’off limits è stato imposto “quale specifica misura di prevenzione, al fine di evitare assembramenti di persone”.

Le aree pubbliche adibite a parco gioco presenti a Triuggio e frazioni - e tutte chiuse - sono: i parchi Giorgio La Pira, cascina Boffalora, di via cascina Gianfranco, di via Diaz, di via King, di via delle Grigne; il campetto di via don Paolo Villa; la pista di pattinaggio di via Kennedy.


© RIPRODUZIONE RISERVATA