Trasporto scolastico a Monza e Brianza: appello alle famiglie per organizzare il servizio
Studenti alla fermata dell’autobus (Foto by Fabrizio Radaelli)

Trasporto scolastico a Monza e Brianza: appello alle famiglie per organizzare il servizio

Un’applicazione web che con l’aiuto delle famiglie e degli studenti permetta di mettere a punto il servizio di trasporto scolastico per la riapertura delle scuole il 7 gennaio: sarà disponibile dal 14 dicembre. C’è un piano covid per le scuole superiori.

Un piano covid per le scuole superiori che passa anche da un’applicazione web dell’Agenzia dei trasporti per recepire e mappare le esigenze di famiglie e studenti. L’agenzia stessa, la Provincia di Monza e Brianza e i dirigenti scolastici tornano al lavoro per gestire il rientro dei ragazzi a partire al 7 gennaio, dopo la pausa natalizia.

L’applicazione web sarà lo strumento con cui le famiglie e gli studenti potranno registrarsi al servizio del Trasporto pubblico locale per offrire uno “scambio di informazioni necessario a garantire la sicurezza dello spostamento casa-scuola-casa. L’obiettivo è arrivare alla costruzione di un data base più completo - scrive la Provincia - : in previsione del rientro in classe per il prossimo 7 gennaio, l’Agenzia ha lavorato ad un nuovo progetto di mappatura degli spostamenti presentato ai Dirigenti Scolatici attraverso un incontro in videoconferenza e una successiva lettera di richiesta di partecipazione a firma del dirigente dell’agenzia Luca Tosi, dal consigliere provinciale Delegato Fabio Meroni, del direttore settore territorio Antonio Infosini”.

LEGGI La prefettura al lavoro per le scuole

L’obiettivo è “definire le priorità di potenziamento, con l’obiettivo primario di garantire il rispetto dei limiti di affollamento a bordo mezzo indicati dalla normativa per il contenimento del rischio sanitario Covid-19. L’esito di questa fase di riprogrammazione dei servizi Tpl consentirà inoltre di individuare preventivamente eventuali situazioni a rischio o problematiche non risolte, restituendo alle scuole una conferma di presenza ed adeguatezza del servizio di trasporto pubblico o le informazioni necessarie per cercare nuove soluzioni in grado di rendere compatibile le esigenze e i vincoli di programmazione dell’attività didattica e del servizio di trasporto“.

L’applicazione web non è ancora disponibile, ma l’appello è rivolto proprio alle famiglie per ché partecipino alla programmazione, quando sarà disponibile: “Agli alunni si richiede la registrazione alla web app e il rilascio di poche informazioni essenziali per il monitoraggio del servizio di trasporto: il nome della scuola che frequentano, la classe e il punto di partenza dei loro spostamenti. Dopo la registrazione, ogni studente avrà accesso a una pagina personale, attraverso la quale saranno fornite le soluzioni di spostamento con il trasporto pubblico, le eventuali variazioni nel tempo delle stesse e gli avvisi di possibili criticità”.

Coinvolti anche gli istituti scolastici, chiamati a fornire le informazioni di entrata e uscita di ogni classe. L’applicazione sarà disponibile dal 14 al 24 dicembre. «Questa è davvero la fase più delicata - ha detto il presidente della Brianza, Luca Santambrogio - . La realizzazione dell’Atlante ad inizio settembre ha permesso di avere un primo monitoraggio degli spostamenti e di contenere molte situazioni di sovraffollamento, avendo più il polso sulle situazioni più critiche. Adesso l’Agenzia ci offre uno strumento più definito per meglio profilare i bisogni di spostamento verso le nostre scuole. Purtroppo per risolvere i problemi ci vorrebbero risorse per raddoppiare tutti i servizi, risorse che purtroppo mancano e che ci richiedono di trovare soluzioni che potrebbero tornare utili anche dopo questa fase pandemica».


© RIPRODUZIONE RISERVATA