Terremoto, volontari di Giussano   ad Amatrice con le unità cinofile per i soccorsi
Terremoto, la partenza dell’elicottero con l’unità cinofila - foto Vernò (Foto by Redazione online)

Terremoto, volontari di Giussano ad Amatrice con le unità cinofile per i soccorsi

Due volontari di Giussano sono partiti verso le zone colpite dal terremoto che nella notte del 24 agosto ha colpito il Centro Italia. Carabinieri in congedo, erano a Livigno per una fase di addestramento: sono stati imbarcati sull’elicottero con le unità cinofile.

Matteo Santambrogio e Fabrizio Malcovati dell’associazione nazionale carabinieri in congedo di Giussano sono partiti verso le zone colpite dal terremoto che nella notte del 24 agosto ha colpito il Centro Italia. Più precisamente sono stati inviati nella provincia di Chieti e poi dritti ad Amatrice, uno dei due paesi vicini all’epicentro della prima scossa.
Tre unità cinofile da superficie appartenenti ai coordinamenti regionali di Lombardia e Piemonte, impegnati nel terzo seminario nazionale UCRS dell’Associazione Nazionale Carabinieri in Livigno, nella mattina di mercoledì sono state imbarcate ed elitrasportate a Lecco, dove poi hanno proseguito via terra verso le aree calamitate.

Una foto scattata dai volontari giussanesi ad Amatrice

Una foto scattata dai volontari giussanesi ad Amatrice
(Foto by Federica Verno)

I due volontari giussanesi si trovavano a Livigno per una fase addestrativa. A coordinare la partenza è stato Marco Valsecchi, giussanese, responsabile nazionale delle unità cinofile Anc. Sarà sempre Valsecchi a tenere le comunicazioni con loro.

Giussano, Matteo Santambrogio (a sinistra), Marco Valsecchi e Fabrizio Malcovati

Giussano, Matteo Santambrogio (a sinistra), Marco Valsecchi e Fabrizio Malcovati
(Foto by Federica Verno)


© RIPRODUZIONE RISERVATA