Seveso, il centrosinistra si affida a Gianluigi Malerba: è lui il candidato sindaco
Al centro, Gianluigi Malerba

Seveso, il centrosinistra si affida a Gianluigi Malerba: è lui il candidato sindaco

Si chiama Gianluigi Malerba il candidato sindaco per il centrosinistra nelle elezioni amministrative di Seveso

Il candidato del centrosinistra, sostenuto dalle liste di Partito Democratico, Civica Paolo Butti e Seveso Futura, è Gianluigi Malerba, attuale segretario cittadino del Pd, già impegnato a livello amministrativo, anche come assessore, in passato. Si è presentato ufficialmente martedì, scegliendo il Bosco delle Querce non a caso, come simbolo del rinnovamento.

«Mi candido perché ritengo di avere le doti, le capacità e la squadra giusta, ma anche l’entusiasmo politico per offrire qualcosa di più alla città di Seveso rispetto ad un’amministrazione, quella ultima di centrodestra, che ha mostrato tutta la sua incapacità di coordinare le forze politiche che la compongono fino ad arrivare al disastro completo delle dimissioni del sindaco. Sono stati litigiosi e inconcludenti e si ripresentano allo stesso modo». Per il programma ci sarà tempo («Non stiamo facendo la lista della spesa, ma un documento serio e completo», ha detto alla presentazione), mentre gli obbiettivi sono già chiarissimi: «Ci vogliamo adoperare per una città dove sia bello risiedere per la qualità degli spazi che offre e per i servizi che si possono trovare dentro e poco fuori il nostro comune. Una città dove è facile spostarsi in auto manche a piedi e in bicicletta. Dove la vita di comunità, fatta di svago ma anche d’inclusione e vicinanza ai più deboli, sia il vanto stesso della comunità, come dimostra l’insostituibile presenza di tante associazioni che la vivono e alle quali noi offriremo sempre il nostro sostegno. Alla cittadinanza chiediamo fiducia, offrendo in cambio affidabilità e impegno per una città tutta da vivere insieme».

Malerba ha già annunciato che in caso di elezione sarà un sindaco a tempo pieno. «Sono nelle condizioni di poter prestare la totalità della mia disponibilità per la città di Seveso, non come fosse un lavoro ma come fosse un’attività quotidiana e giornaliera, senza risparmiare forze, con la vicinanza dei gruppi e delle persone che mi sostengono». L’intera candidatura si basa sulla crescita: «La proposta che faremo alla città, alle sevesine ed ai sevesini, si fonda su uno spirito di crescita orientato a cogliere tutte quelle opportunità che rispondono a requisiti ambientali, sociali e di governance riprendendo in mano la gestione della nostra città».


© RIPRODUZIONE RISERVATA