Seregno: le farmacie sentinelle contro la violenza sulle donne
Maria Pia Ferrario, al centro, con Ambra Braga e LInda Serafini (Foto by Paolo Volonterio)

Seregno: le farmacie sentinelle contro la violenza sulle donne

Alla Casa della carità di Seregno presentato il progetto “Dare voce al silenzio - Farmacia amica delle donne” che coinvolge le attività contro le violenze.

Le farmacie possono diventare “sentinelle capaci di intercettare situazioni ancora troppo sommerse e taciute di maltrattamenti in famiglia, ovvero, il luogo più sicuro in cui la donna dovrebbe sentirsi amata e protetta e non minacciata, umiliata e impaurita”.

Così la seregnese Mariapia Ferrario, coordinatrice del progetto “La forza in uno sguardo”, durante l’incontro proposto agli operatori delle farmacie di Seregno che hanno accettato l’invito a farsi coinvolgere in una progettualità dal forte ed emozionale richiamo: “Dare voce al silenzio - Farmacia amica delle donne”.

La serata si è svolta alla Casa della Carità di Seregno di via Alfieri e ha visto la partecipazione di una trentina di farmacisti. Sul tavolo, i temi della sensibilizzazione e informazione riguardo il fenomeno della violenza di genere e domestica.

Nella prima parte dell’incontro, Ambra Braga di Cadom (centro di assistenza alle donne maltrattate) ha dettagliatamente descritto i principi che stanno alla base del meccanismo della violenza in tutte le sue forme e le condizioni che la donna maltrattata e spesso i suoi figli vivono sino a portarla all’isolamento dalla società e all’annientamento della propria dignità. A seguire Linda Serafini, psicologa referente dello sportello antiviolenza di Seregno affidato all’associazione White Mathilda, ha affrontato il tema del complesso percorso di sostegno ed accompagnamento che gli operatori dei Centri Antiviolenza effettuano insieme alle donne che chiedono aiuto per ridare significato a loro stesse e alla loro vita.

Alle farmacie è stato consegnato un contrassegno da esporre quale simbolo di condivisione nel contrasto alla violenza di genere e il libretto “La forza in uno sguardo” che potrà essere un’utile guida per la conoscenza e l’approfondimento dell’argomento. A disposizioni delle farmacie sono inoltre le informazioni riguardo l’ubicazione dei centri antiviolenza nell’ambito della Rete Artemide da poter fornire a chi ne avesse necessità e a chi può indirettamente venire in contatto con situazioni di maltrattamento con la opportunità di segnalarle.

“La forza in uno sguardo” e “Dare voce al silenzio - Farmacia amica delle donne” sono progetti condotti dal comune di Seregno, da Lions Club Seregno Brianza e club sostenitori, in linea con gli obiettivi della “rete Artemide”, rete interistituzionale volta a contrastare il fenomeno della “violenza di genere in ambito familiare”

L’incontro era inserito nel programma delle iniziative programmate dal comune di Seregno in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, giornata che ricorre il prossimo 25 novembre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA