Seregno: chiude la filiale della banca a Santa Valeria, i correntisti protestano
Operai al lavoro per toglierel'insegna di Ubi banca divia San Vitale (foto Volonterio) (Foto by Paolo Volonterio)

Seregno: chiude la filiale della banca a Santa Valeria, i correntisti protestano

La filiale di Ubi Banca di via San Vitale a Seregno è stata chiusa e da lunedì i correntisti devono fare riferimento alla Banca Intesa di piazza Risorgimento. Ma, mentre il quartiere Santa Valeria rimane sguarnito, molti cittadini protestano.

La filiale di Ubi Banca di via San Vitale a Seregno è stata chiusa. Da lunedì tutti i correntisti e i clienti dovranno rivolgersi agli sportelli di banca Intesa-San Paolo di piazza Risorgimento in seguito alla fusione degli istituti. Un provvedimento che ha creato il disappunto e la protesta di molti fra loro. La fusione prevede la migrazione di dati e conti correnti (con creazione di nuovi iban).

“La direzione di Ubi Banca - ha riferito un gruppo di clienti dell’istituto di credito - ci ha informato che tutti i nostri conti correnti sono bloccati sino al 20 aprile prossimo e non possiamo operare per via del trasferimento in un’altra banca locale. Ma il peggio è che senza neppure chiederci un parere in blocco siamo stati dirottati all’Intesa. Ma dov’è la democrazia? Un provvedimento che cozza con la libertà di scelta di dove portare e depositare i nostri soldi. Convogliare in un solo punto una notevole massa di clienti-correntisti in un istituto di credito il cui accesso è già difficoltoso per i tempi lunghi di attesa, a nostro parere è stata una scelta infelice”.

Seregno perde così un altro punto importante. Dagli oltre venti sportelli degli anni fino al Duemila, quando c’era la corsa ad aprire filiali in città, con l’ultima chiusura ne sono rimasti solo una decina. I più amareggiati di questa ultima chiusura sono i residenti del quartiere Santa Valeria che nel volgere di pochi mesi hanno visto spegnere le insegne della filiale n.2 della Popolare di Milano di via Santa Valeria e adesso dell’Ubi, lasciando la zona sguarnita. Gli sportelli del centro città d’ora in poi saranno sottoposti ad una maggior pressione con l’aggravio dei clienti che avranno problemi per trovare un parcheggio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA