Renzi affonda tutte le province

«Sì al Delrio e niente votazioni»

Renzi affonda tutte le province  «Sì al Delrio e niente votazioni»

Chiudiamo i conti con il ddl Delrio approvandolo e mandiamo a casa le province, bloccando qualsiasi ipotesi di rinnovo delle loro amministrazioni a maggio. È la mano tesa di Matteo Renzi alle opposizioni in Senato, in occasione della fiducia al suo nuovo governo.

Chiudiamo i conti con il ddl Delrio approvandolo e mandiamo a casa le province, bloccando qualsiasi ipotesi di rinnovo delle loro amministrazioni a maggio. È la mano tesa di Matteo Renzi alle opposizioni in Senato, in occasione della fiducia al suo nuovo governo: la proposta è l’approvazione del decreto che abolisce gli enti provinciali in tempo per scongiurare l’ipotesi di voto del 25 maggio, dove sarebbero rielette quarantasei amministrazioni provinciali, Monza e Brianza inclusa.

«Il ddl Delrio è nelle condizioni di impedire che il 25 maggio si voti per il rinnovo ha detto Renzi - C’è un’opposizione dura, anche con ostruzionismo da parte di Forza Italia e Movimento 5 stelle. Vi invitiamo a riflettere su questa proposta: chiudiamo il ddl Delrio e impediamo di votare, ma sul titolo V della Costituzione riapriamo tra di noi la discussione su cosa debbano essere le province. Non possiamo perdere questa occasione: volete rivotare per 46 Province? C’è qualcuno che possa dire che non è un costo?».


© RIPRODUZIONE RISERVATA