Ospedale di Carate Brianza: il nuovo fiocco si fa attendere, riflettori su Aurora
carate: ultima nata 2019 Aurora Serrano (Foto by Signorini Federica)

Ospedale di Carate Brianza: il nuovo fiocco si fa attendere, riflettori su Aurora

Due fiocchi azzurri a Monza e Desio (Sebastiano e Gianluca i primi nati del 2020) e un fiocco rosa a Vimercate. Mentre a Carate Brianza il primo nuovo nato si è fatto attendere e allora i riflettori sono tutti per Aurora, che chiude il 2019.

Due fiocchi azzurri a Monza e Desio (Sebastiano e Gianluca i primi nati del 2020) e un fiocco rosa a Vimercate. Mentre a Carate Brianza il primo nuovo nato si è fatto attendere.

LEGGI Ospedale di Carate Brianza: la prima del 2020 è Agata, nata nel pomeriggio

Nessuna mamma in travaglio fino a tutta la mattina dell’1 gennaio e, salvo altre sorprese, un parto è programmato per la mattina del 2. I riflettori allora sono tutti sull’ultima nata del 2019: è Aurora Serrano, nata il 31 dicembre alle 9.30 con un parto cesareo, già programmato e realizzato dalle dottoresse Anna Locatelli e Francesca Bonati. È nata di 38 settimane per 2,460 kg e 48 centimetri di lunghezza. Mamma Ilaria Spinelli, 27 anni, e papà Alfonso Serrano di 24 anni abitano a Seveso e hanno un altro figlio di 6 anni, Marco.

Il 2019 all’ospedale di Carate Brianza si chiude con 1.315 parti ed è stato un anno che ha visto l’introduzione di diversi cambiamenti in ostetricia, dagli ambulatori per donne fisiologiche gestiti dalle ostetriche, alla presa in carico in ospedale a termine gravidanza per le donne seguite esternamente, ai corsi accompagnamento alla nascita con la collaborazione di specialisti in osteopatia, yoga e danza-musicoterapia. La dottoressa Anna Locatelli è direttore dell’unità operativa ostetricia e ginecologia e direttore dipartimento materno infantile dell’Asst Vimercate. Con le nel team il vice dottor Marco Manni e la capo ostetrica Elvia Colombo.

All’ospedale di Vimercate la prima nata è arrivata l’1 gennaio alle 10.58, mentre un solo bambino è nato nell’ultimo giorno del 2019.


© RIPRODUZIONE RISERVATA