Offese social alla polizia locale di Monza: «Avviate indagini per risalire ai responsabili»
Personale della polizia locale di Monza (Foto by Fabrizio Radaelli)

Offese social alla polizia locale di Monza: «Avviate indagini per risalire ai responsabili»

Dal Comando iniziativa di autotutela per identificare chi ha offeso gli agenti, su un social, a corredo di un articolo di un giornale online. «I responsabili saranno denunciati alla autorità giudiziaria per diffamazione aggravata».

I “leoni da tastiera” sono avvisati. Dal Comando della polizia locale di Monza sono state avviate delle indagini per risalire a chi ha offeso su un social, a corredo di un articolo di giornale, gli agenti di via Marsala. I responsabili saranno denunciati alla autorità giudiziaria per diffamazione aggravata.

LEGGI: Venti nuovi agenti al Comando di via Marsala

«Fatto salvo il sacrosanto diritto di critica dei cittadini, è necessario tutelare le lavoratrici e i lavoratori del Comando da chi va oltre e rivolge loro offese» dice il comandante Pietro Curcio. I commenti contestati hanno riguardato un articolo di giornale online sulla recente assunzione di venti nuovi agenti. Giudizi negativi sull’operato della polizia locale, spiegano ancora dal Comando: «che sono andati ben oltre il diritto di critica e la normale espressione delle proprie opinioni, rivolgendo offese all’intero Corpo di Polizia Locale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA