Nuovo contratto collettivo agli istituti clinici Maugeri di Lissone, sindacati soddisfatti
Gli istituti clinici Maugeri di Lissone

Nuovo contratto collettivo agli istituti clinici Maugeri di Lissone, sindacati soddisfatti

Per il triennio 2020-2022, riguarda la dirigenza medica, sanitaria, tecnica, professionale amministrativa. Soddisfatti i sindacati che parlano di “luce in fondo al tunnel, superate le difficoltà del 2014”.

Istituti Clinici Maugeri: siglato il nuovo contratto collettivo di lavoro nazionale per la dirigenza medica, dirigenza sanitaria, tecnica, professionale amministrativa per il triennio 2020-2022. Soddisfatti i sindacati che parlano di “luce in fondo al tunnel”.

«Questo contratto nazionale si inserisce in un ambito nuovo rispetto ai vigenti contratti di lavoro della sanità pubblica e privata - spiega Danilo Mazzacane, capo-delegazione della Cisl Medici nazionale - presentandosi con una formula innovativa che non solo garantisce la tutela dei lavoratori, ma rilancia l’eccellenza delle strutture sanitarie Maugeri presenti in 9 regioni italiane ( in Brianza è a Lissone ndg) ridando energia alla ricerca clinica, alla valorizzazione dei ruoli professionali, ad una adeguata retribuzione, ad una possibilità meritocratica di crescita professionale e di carriera».

Mazzacane ricorda le difficoltà superate nel 2014 quando era in forse la continuità esistenziale delle strutture sanitarie Maugeri per vicende giudiziarie e le conseguenti difficoltà economiche.

«Allora tutto il personale aveva accettato una riduzione delle retribuzioni, contribuendo con sacrificio a sanare il deficit economico che gravava sulla Maugeri - sottolinea -. All’epoca proposi la modalità di “cogestione alla tedesca” per risolvere la crisi e iniziare un nuovo percorso. Il nuovo contratto di lavoro Maugeri, contenendo modalità di partecipazione responsabile da parte del personale alle strategie aziendali, si avvicina alla modalità organizzativa tedesca e sicuramente finalmente si configura come una chiara luce in fondo al tunnel, che fa ben sperare per il futuro».

«Doveroso rimarcare - conclude Mazzacane - che tutto il personale dell’area sanitaria in forza alle strutture Maugeri ha contribuito, e sta contribuendo, con generosità ed abnegazione, a fronteggiare l’emergenza pandemica».


© RIPRODUZIONE RISERVATA