Muore a 26 anni in un camper dietro la stazione di Monza, forse per overdose
Il camper dove è avvenuta la tragedia

Muore a 26 anni in un camper dietro la stazione di Monza, forse per overdose

Una ragazza di 26 anni trovata morta in un camper parcheggiato dietro la stazione di Monza nella mattina di venerdì 22 maggio. A chiamare i soccorsi, che si sono rivelati inutili, l’uomo che era con lei e che avrebbe ammesso l’uso di droghe pesanti.

Trovata morta dai soccorritori e dalle forze dell’ordine nel camper parcheggiato in piazza Castello a Monza. Aveva solo 26 anni e con ogni probabilità, a ucciderla, è stata una dose di eroina. È successo nella notte tra giovedì e venerdì alle spalle della stazione ferroviaria, nei dintorni dell’Urban center, dove già nelle scorse settimane è stata segnalata la presenza di siringhe, segno inequivocabile del ritorno dell’eroina in quella zona della città.

A lanciare l’allarme è stato il presunto compagno della ragazza, che nella mattinata di venerdì 22 maggio ha chiamato il 118 dicendo che la donna che era con lui si era sentita male. Sul posto l’ambulanza non ha potuto fare molto, da quanto si apprende, se non constatare la morte della 26enne, di cui al momento si sa solo che era italiana. L’uomo che si trovava con lei avrebbe ammesso che entrambi aveva fatto uso di droghe pesanti, forse eroina. Sul posto i carabinieri del radiomobile, il magistrato e il medico legale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA