Morto per sfida sul web: aperta inchiesta e oscurati i video del “Blackout”
pattuglia dei carabinieri

Morto per sfida sul web: aperta inchiesta e oscurati i video del “Blackout”

È stata aperta una inchiesta sulla morte del ragazzo di 14 anni (che arrampicava per una società di Agrate Brianza) vittima di una sfida estrema del web. Ed è stato oscurato ai minorenni il video che aveva guardato su Youtube prima di provare a sfidare il soffocamento.

È stata aperta una inchiesta sulla morte del ragazzo di 14 anni vittima di una sfida estrema del web. Ed è stato oscurato ai minorenni il video sull “cinque sfide pericolosissime” che Igor Maj ha guardato su Youtube prima di provare il “blackout”, che sfida il soffocamento.

LEGGI Soffocato a 14 anni, ipotesi di una sfida estrema del web: «Fate capire ai figli che possono sempre parlare con voi»

L’oscuramento segue il decreto firmato dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e dal pm Letizia Mocciaro con l’ordine ai provider di rimuovere questo e altri filmati simili. L’inchiesta è per istigazione al suicidio.

Il ragazzo praticava arrampicata sportiva a livello agonistico con la società Boulder&Co di Agrate Brianza ed era piuttosto noto nell’ambiente del climbing. Viveva a Milano con la famiglia, i funerali sono stati celebrati giovedì pomeriggio al cimitero di Lambrate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA