Monza: un uomo morto nel tunnel ferroviario, circolazione ferma sulla Milano-Como
Investimento sulla Milano-Como nel tunnel di Monza (Foto by Edoardo Terraneo)

Monza: un uomo morto nel tunnel ferroviario, circolazione ferma sulla Milano-Como

Treni fermi nella tratta Milano-Como di Trenord nella mattina di domenica 9 febbraio per la morte di un uomo nel tunnel ferroviario di Monza, sotto vialone Cesare Battisti.

Un uomo è morto tra sabato 8 e domenica 9 febbraio nel tunnel ferroviario di Monza: è stato investito, stando ai primi riscontri, da un nuovo Caravaggio, i treni appena messi sui binari da Trenord. Le prime informazioni sulla vittima parlano di una persona giovane, forse stava attraversando i binari. La chiamata del macchinista del treno risale alle 9.50 circa: è stato a sua volta affidato ai soccorritori.

Sul posto la polizia ferroviaria, i vigili del fuoco di Monza e Lissone, la polizia locale, un’automedica e un’ambulanza: difficoltà recupero per la posizione del corpo, i soccorritori hanno potuto raggiungere il posto entrando in una proprietà privata per poi scendere ai binari con una scala.

Circolazione ferma o difficoltosa sulla linea Milano-Como, che subisce variazioni di percorso o cancellazioni, nella mattinata. I passeggeri del Caravaggio sono stati spostati su un altro treno e fatti ripartire per liberare uno dei due binari. Intorno alle 13 la linea è stata riaperta.

Investimento sulla Milano-Como nel tunnel di Monza

Investimento sulla Milano-Como nel tunnel di Monza
(Foto by Edoardo Terraneo)

Investimento sulla Milano-Como nel tunnel di Monza

Investimento sulla Milano-Como nel tunnel di Monza
(Foto by Edoardo Terraneo)

Investimento sulla Milano-Como nel tunnel di Monza

Investimento sulla Milano-Como nel tunnel di Monza
(Foto by Edoardo Terraneo)

Investimento sulla Milano-Como nel tunnel di Monza

Investimento sulla Milano-Como nel tunnel di Monza
(Foto by Edoardo Terraneo)

Investimento sulla Milano-Como nel tunnel di Monza

Investimento sulla Milano-Como nel tunnel di Monza
(Foto by Edoardo Terraneo)


© RIPRODUZIONE RISERVATA