Monza, truffe a imprenditori

Auto di lusso finite all’estero

Monza, truffe a imprenditori  Auto di lusso finite all’estero

Truffe, rapine, furti di auto: su ordine della Procura di Genova, sgominata una banda composta da nove persone. Avrebbero agito anche a Monza e in Brianza, in particolare truffando imprenditori e famiglie in difficoltà che mettevano in vendita on line le loro auto di lusso, finite all’estero.

Truffe, rapine, furti di auto: su ordine della Procura di Genova, sgominata una banda composta da nove persone , tre sono finiti agli arresti domiciliari, uno con obbligo di dimora, gli altri indagati. Avrebbero agito anche a Monza e in Brianza, in particolare truffando imprenditori e famiglie in difficoltà che mettevano in vendita on line le loro auto di lusso, in particolare suv delle marche più prestigiose, Audi, Bmw e Volkswagen. La banda proponeva pagamenti immediati, ma gli assegni erano falsi e i documenti di compravendita fasulli. Le vetture, in pochissime ore, finivano all’estero, in Libano, Spagna, Tunisia e Austria. La banda si sarebbe dedicata anche ai furti, soprattutto di mezzi da cantiere. Clamoroso quello di uno speciale attrezzo utilizzato per realizzare la metropolitana di Milano, finito in Libano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA