Monza, prime dosi di vaccino anticovid alla rsa San Pietro: «Per noi è come oro»
La consegna dei primi vaccini alla rsa San Pietro

Monza, prime dosi di vaccino anticovid alla rsa San Pietro: «Per noi è come oro»

Nella giornata di martedì 12 gennaio ha preso il via la somministrazione per i 120 ospiti della struttura e per 160 operatori sanitari. Tra questi ultimi, l’adesione è stata di oltre il 90%. La vaccinazione contro il coronavirus proseguirà sino a venerdì 15, per poi riprendere di nuovo da lunedì. La gioia all’arrivo di Polizia ed Esercito per la consegna delle dosi.

Cinque giorni di vaccinazioni, con regole precise e tanta emozione. Sono arrivati i primi vaccini anti-Covid 19 alla residenza sanitaria per anziani San Pietro di Monza, gestita dalla cooperativa La Meridiana. Nella giornata di martedì 12 gennaio ha preso il via la somministrazione per i 120 ospiti della struttura e per 160 operatori sanitari. Tra questi ultimi, l’adesione è stata di oltre il 90%. La vaccinazione contro il coronavirus proseguirà sino a venerdì 15, per poi riprendere di nuovo da lunedì. «Contiamo di vaccinare tutti entro la fine della prossima settimana -spiega il direttore operativo de La Meridiana, Claudio Cavaleri. «Dal 2 febbraio - prosegue il direttore - riprenderemo con il richiamo per i primi vaccinati, devono passare 21 giorni.Poi serviranno circa 7/10 giorni per essere immunizzati».

Alcune delle dosi consegnate alla struttura sanitaria

Alcune delle dosi consegnate alla struttura sanitaria

Tanta la gioia per ospiti, responsabili e operatori all’arrivo degli agenti di Polizia e dei militari dell’Esercito per la consegna delle dosi preventivate. Per gli anziani ospiti la somministrazione è avvenuta nei vari reparti. Per gli operatori è stato allestito uno spazio apposito. «Appena si è diffusa la notizia dell’arrivo delle dosi è stata una gioia grande per tutti. Per noi il vaccino è come oro - conclude Cavaleri - nella speranza di tornare presto a una certa normalità pre-Covid e poter così restituire ai nostri ospiti un migliore contatto con i propri cari, sempre attento e in sicurezza, ma con meno timori».


© RIPRODUZIONE RISERVATA