Monza: mercato abusivo nonostante i divieti? No: regalano frutta e verdura
La divisione della merce a San Rocco con la polizia locale

Monza: mercato abusivo nonostante i divieti? No: regalano frutta e verdura

In Rete la notizia di una bancarella di mercato abusiva a San Rocco di Monza. Non è vero: sono grossisti che hanno deciso di regalare i prodotti che rischiavano di scadere, in accordo con la polizia locale. I primi sono andati ai carmelitani monzesi.

Ambulanti abusivi a San Rocco di Monza al tempo dei divieti del coronavirus? No. Anzi: il contrario. Nella mattinata di venerdì 27 marzo è girato in Rete la notizia che un ambulante avesse deciso di aprire la sua bancarella di frutta e verdura nel quartiere monzese nonostante i divieti sui mercati. E che fosse arrivata sul posto la polizia locale per verificare e sanzionare. Niente di vero: la verità è l’esatto opposto.

La consegna dei prodotti al Carmelo

La consegna dei prodotti al Carmelo

Si tratta di una ditta di quattro fratelli egiziani che vendono all’ingrosso frutta e verdura che avevano prodotti che rischiavano di essere buttati. Allora hanno preso contatti con la polizia locale di Monza, così come hanno fatto con altre città in cui abitualmente lavorano: Monza, Cinisello e Cologno monzese. Nella mattina di venerdì 27 marzo si sono dati appuntamento con gli agenti di polizia locale di Monza in via Paisiello per dividere le eccedenze a rischio scadenza. Poi i prodotti sono stati consegnati alla comunità dei padri carmelitani di Monza.

Frutta e verdura a destinazione al Carmelo di Monza

Frutta e verdura a destinazione al Carmelo di Monza


© RIPRODUZIONE RISERVATA