Monza, il robot umanoide del Paese ritrovato si presenta in una conferenza
Robot umanoide per anziani del Paese ritrovato

Monza, il robot umanoide del Paese ritrovato si presenta in una conferenza

Si chiama Nao ed è robot umanoide in servizio alla cooperativa La Meridiana di Monza, che l’ha ideato, per sedute di “edutainment” e giochi di supporto cognitivo di pazienti affetti da Alzheimer. Si presenta il 15 aprile in una conferenza (c’è il link per iscriversi).

Si chiama Nao ed è il robot umanoide in servizio al Paese ritrovato, il progetto innovativo ideato dalla cooperativa La Meridiana di Monza per i pazienti affetti da Alzheimer.

Un’innovazione, realizzata in collaborazione con la Scuola di robotica e finanziata da Banca d’Italia. Il robot dalle sembianze umane, con volto, occhi, corpo e braccia, viene già utilizzato dagli operatori del Paese ritrovato per sedute di “edutainment” e nei giochi di supporto cognitivo per il rafforzamento della memoria.

Robot umanoide per anziani del Paese ritrovato

Robot umanoide per anziani del Paese ritrovato

«La pandemia ha messo in seria discussione la vita sociale del villaggio – spiegano gli operatori della Meridiana - ma la speranza è che presto le persone potranno ritrovarsi per riprendere gran parte delle attività che prima del Covid - 19 si svolgevano nella cittadina».
E in questo momento l’aiuto di Nao è fondamentale, oltre che innovativo, per stimolare l’interazione in sicurezza con gli ospiti del Paese ritrovato.

Del progetto e dei risultati ottenuti tramite l’impiego di Nao si parla in una conferenza online in programma il 15 aprile alle 16.30, sul sito cooplameridiana.it, dal titolo “Dal carbone al robot”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA