Monza: i residenti di via Romagna contro i camper parcheggiati da un anno
Camper parcheggiati in viale Romagna (Foto by Fabrizio Radaelli)

Monza: i residenti di via Romagna contro i camper parcheggiati da un anno

Chiedono interventi al Comune i residenti di via Romagna a Monza che da un anno condividono il parcheggio con dei camper che non si spostano. Ma, codice alla mano, la soluzione non è facile.

«Non ne possiamo più: siamo in balia della maleducazione di alcuni che ci stanno rendendo la vita impossibile». I condomini di via Romagna al civico 42 sono ormai arrivati al limite. Da oltre un anno condividono il parcheggio pubblico davanti all’ingresso del loro stabile con i proprietari dei camper, che da tempo hanno trasformato l’area parcheggio in un’area pic nic.

«Troviamo l’unico cestino dei rifiuti strapieno di spazzatura, dobbiamo subire costantemente l’odore di urina che si estende lungo tutta la nostra cancellata, dalle nostre finestre vediamo queste persone che comodamente si siedono e campeggiano davanti ai loro mezzi, stendendo anche i panni ad asciugare. E tutto questo senza che nessuno faccia niente. È una questione di civiltà e di decoro – aggiungono i condomini esasperati – via Romagna è la porta di ingresso a Monza per chi arriva da Milano. Vogliamo davvero che un parcheggio di camper abusivo sia la prima cosa che si vede entrando in città. Qui si viveva bene poi hanno chiuso la questura e il commissariato di Polizia, e ora non ci sentiamo più al sicuro».

Le prime segnalazioni già nel 2019, poi diverse pec inviate agli uffici comunali in cui i residenti chiedevano un incontro con l’amministrazione, il sindaco Dario Allevi e l’assessore alla Sicurezza, Federico Arena, per valutare le possibili soluzioni. «Non ci hanno mai incontrato. Lo scorso giugno abbiamo anche presentato, tramite il nostro amministratore, una denuncia al comando dei carabinieri, allegando foto e video di quanto stavano denunciando», continuano gli abitanti di via Romagna 42.

«L’unica cosa che hanno introdotto è il cartello di divieto di sosta per lavaggio strade il sabato mattina, che è entrato in vigore il 5 luglio. Ma non basta. Chiediamo che venga posizionato un cartello di divieto di sosta per i camper o in alternativa che sia prevista una sbarra all’ingresso del parcheggio per impedire l’accesso ai camper».

Una richiesta che Federico Arena non ritiene possibile. «Il codice della strada non prevede dei divieti di sosta per i camper. Se i camper sono semplicemente parcheggiati non possono essere sanzionati. Diverso è se le forze dell’ordino colgono queste persone sul fatto mentre campeggiano, in quel caso scatta la sanzione, ma devono essere colte sul fatto. I camper sono veicoli, e come tali hanno diritto di restare in strada ed è possibile anche stare dentro il camper, basta che non si estragga il tendalino e non si espongano sedie e tavolini. Per questo abbiamo invitato i condomini a denunciare le infrazioni. La situazione del parcheggio di via Romagna ci è nota. Abbiamo anche intensificato i controlli, ma gli agenti mi riferiscono che non ci sono gli estremi per elevare sanzioni. Il divieto di sosta per lavaggio strade è l’unica soluzione praticabile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA