Monza, Emergency cerca sede

«Per incontri e come magazzino»

Monza,  Emergency cerca sede  «Per incontri e come magazzino»

La quarantina di soci della sezione di Monza e Brianza cerca una sede per incontri e per stoccare il materiale che serve alle missioni umanitarie.

E’ in cerca di una sede il gruppo di Emergency di Monza e Brianza. L’appello è lanciato da Giancarlo Rivolta che ha creato il gruppo di Monza nel 2001 e il gruppo provinciale lo scorso anno.

“Cerchiamo una sede in città –spiega- per poterci incontrare, ma anche per poter raccogliere il materiale che serve alla nostra attività all’interno di Emergency”. La scelta di entrare in Emergency per Giancarlo Rivolta è nata da un incontro con il fondatore: Gino Strada. “Ho sempre fatto del volontariato- racconta- ma l’incontro con Gino Strada è stato folgorante. Ho capito che dovevo impegnarmi anch’io in prima persona”.

Pur non essendo medico Giancarlo Rivolta ha preso parte ad alcuni campi di lavoro in Italia: Lui è stato a Finale Emilia dopo il terremoto per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto e anche in Puglia nell’ambulatorio mobile nelle campagne della regione che presta soccorso alle persone in difficoltà e ai migranti.

Dal 1994 i volontari di Emergency hanno curato più di cinque milioni di persone nel mondo, ha realizzato cinque centri chirurgici, 5 centri pediatrici, un centro per la maternità, un centro protesi e riabilitazione, 275 cooperative di lavoro per disabili, 30 posti di primo soccorso, 2 ambulatori mobili e due poliambulatori.

Fino ad oggi il gruppo brianzolo conta sull’impegno di una quarantina di soci che contribuiscono alla diffusione delle iniziative di Emergency attraverso banchetti e manifestazioni.

La prossima occasione per incontrare i volontari di Emergency che operano tra Monza e la Brianza sarà durante l’Emergency Day il 24 maggio in piazza dell’Arengario. Sarà una giornata di festa con musica, intrattenimento, ma anche banchetti informativi per raccontare vent’anni di attività nel mondo.

Per contattare la sede brianzola e aderire all’appello per nuovi volontari si può scrivere a [email protected] (3475274314).


© RIPRODUZIONE RISERVATA