Monza: asfalto nuovo in arrivo per chiudere le buche
Monza via D’Azeglio riasfaltata nei giorni scorsi

Monza: asfalto nuovo in arrivo per chiudere le buche

Saranno riparate nel giro di qualche settimana le buche particolarmente pericolose per i veicoli in alcuni punti di Monza. Gli interventi per la messa in sicurezza delle strade, ritenuti urgenti dai tecnici del Comune. Anche in piazza Castello.

Saranno riparate nel giro di qualche settimana le buche particolarmente pericolose per i veicoli in alcuni punti di Monza. Gli interventi per la messa in sicurezza delle strade, ritenuti urgenti dai tecnici del Comune, costeranno poco meno di 43.000 euro. Gli operai saranno al lavoro nella stazione dei pullman di piazza Castello per chiudere le voragini e livellare i chiusini «sconnessi e cedevoli» che rischiano di danneggiare gli autobus. Si sposteranno, poi, in Spalto Santa Maddalena dove ricostruiranno il muretto della rampa che collega la passerella pedonale con Spalto Piodo e ricollocheranno i parapetti crollati.

In viale delle Industrie rifaranno il fondo, totalmente ammalorato, della corsia laterale in corrispondenza con il sottopasso di via Buonarroti e poseranno un nuovo strato di asfalto. In via della Mornerina, invece, ripristineranno il tratto di marciapiede in autobloccanti ceduto che rende difficoltoso il transito per i pedoni. In centro la ditta incaricata sostituirà alcune lastre di granito rotte in piazza Trento e Trieste e in via Italia, nei pressi di via Santa Maddalena.

Via Monte Bianco invece si presenta come un puzzle di diversi asfalti. Dopo i lavori nel sottosuolo e la seguente riasfaltatura del manto stradale, la strada è ancora priva della segnaletica orizzontale. Le linee di stop, le strisce pedonali e la linea che delimita i posti auto ai lati della strada, tutto è stato coperto dal nuovo asfalto e non ancora ripristinato come necessario.

L’augurio dei residenti è che la segnaletica venga riposizionata al più presto, tenendo presente che lungo la via si trova la scuola dell’infanzia del quartiere e poi ancora un parco giochi e, più avanti ancora, il liceo scientifico Frisi: la prudenza in auto dovrebbe essere in ogni caso una regola, ma l’assenza della segnaletica orizzontale potrebbe spingere qualche guidatore a non fare caso alla presenza di bambini e studenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA