Monza: arriva il taglio del nastro per il parco giochi inclusivo ai Boschetti
Allestimento parco giochi ai Boschetti reali di Monza (Foto by Fabrizio Radaelli)

Monza: arriva il taglio del nastro per il parco giochi inclusivo ai Boschetti

Sabato 24 ottobre alle 11: dopo un percorso lungo sette anni si inaugura il parco giochi inclusivo ai Boschetti reali. Il progetto per bambini da 3 a 12 anni fortemente voluto dall’associazione Andiamo ai Boschetti.

Hanno preso fisicamente forma negli ultimi mesi, con la posa dei giochi inclusivi a partire dall’estate, ma il progetto che ha portato alla loro realizzazione vanta una storia lunga ormai sette anni. Ora, però, ci siamo: è arrivato il momento del taglio del nastro per il parco giochi dei Boschetti reali, un’area verde strategica incastonata tra il centro storico e i giardini della villa reale. Succede sabato 24 ottobre alle 11, alla presenza delle istituzioni: «Visto il periodo siamo stati incerti fino all’ultimo: poi, però, abbiamo pensato che portare un po’ di allegria in questo periodo nuovamente così complicato non potrebbe che fare bene, soprattutto per i più piccoli, che così avranno una nuovi spazi in cui divertirsi», ha spiegato Anna Martinetti, componente del comitato dell’associazione culturale “Andiamo ai boschetti” con Carlotta Filippini, Kim De Rouck e Paolo Mattiazzi.

LEGGI Tutte le notizie (VAI)

Allestimento parco giochi ai Boschetti reali di Monza

Allestimento parco giochi ai Boschetti reali di Monza
(Foto by Fabrizio Radaelli)

L’inaugurazione di sabato sarà rapida, in tono minore, con la speranza di organizzare una vera e propria festa in primavera o non appena l’emergenza sanitaria lo consentirà.
«Siamo davvero felici - prosegue Martinetti - e anche meravigliati: non sono mancati imprevisti nel corso degli anni», ultimo quello che ha coinvolto uno degli allestitori dell’area, risultato positivo a Covid-19. La prima idea, promossa da Martinetti e da Virginia Fumagalli, risale al 2013: nel mentre non solo sono cambiati tre diversi soprintendenti - l’area, infatti, è vincolata - ognuno con differenti idee, ma si è anche allargato e ingrandito il gruppo di mamme pronto a battersi per allontanare gli spacciatori dall’area e restituirla, finalmente, alle famiglie.

I giochi inclusivi saranno adatti ai bambini dai 3 ai 12 anni: per trasformare il sogno in realtà l’associazione negli anni ha organizzato diverse raccolte fondi. Il costo complessivo dell’intervento è di 130mila euro. Un contributo è arrivato dal bando Emblematici provinciali, promosso da Fondazione Cariplo e da Fondazione della Comunità MB a cui ha partecipato il Comune di Monza nell’ambito del progetto “Germogli di comunità” (che ha riguardato anche la riqualificazione dei giardini di via Fiume a San Rocco e di via Manara a San Biagio), ma la parte restante, quasi centomila euro, è stata sostenuta grazie all’iniziativa privata.

«Oltre ai giochi sono state posate anche delle panchine, una fontanella e dei cestini per la raccolta dei rifiuti», ha precisato Martinetti, aggiungendo anche che presto si arriverà con l’amministrazione alla firma di un patto di collaborazione per la gestione dello spazio in cui, oltretutto, tra gli altri, è previsto anche il coinvolgimento della Scuola agraria del parco di Monza.

Allestimento parco giochi ai Boschetti reali di Monza

Allestimento parco giochi ai Boschetti reali di Monza
(Foto by Fabrizio Radaelli)


© RIPRODUZIONE RISERVATA