Milano Monza Oper Air Motor show:   oltre 30 i brand che hanno confermato la presenza
Un rendering di come si presenterà il centro di Milano in occasione del Mimo

Milano Monza Oper Air Motor show: oltre 30 i brand che hanno confermato la presenza

Milano Monza Open-Air Motor Show 2020, ormai Mimo per appassionati e addetti ai lavori, conferma l’edizione autunnale dal 29 ottobre all’1 novembre 2020 nelle piazze e vie della città di Milano e le attività dinamiche e le Formula 1 all’Autodromo di Monza. Il punto della situazione con gli organizzatori.

Evento confermato, oltre 30 i brand che hanno confermato la partecipazione con diverse anteprime mondiali e nazionali che saranno svelate nei prossimi giorni, un omaggio ad Alberto Ascari. Prosegue a vele spiegate l’organizzazione del Milano Monza Open-Air Motor Show 2020, ormai MIMO per appassionati e addetti ai lavori. L’edizione autunnale, dopo lo spostamento di quella prevista lo scorso giugno a causa della pandemia di Covid-19, è confermata nelle date: dal 29 ottobre all’1 novembre 2020 nelle piazze e vie della città di Milano, con le attività dinamiche e le Formula 1 all’Autodromo di Monza.

Racconta il format Andrea Levy, presidente di MIMO 2020: «Sono oltre 30 i brand che a oggi hanno aderito al Milano Monza Open-Air Motor Show e con gli altri siamo in piena trattativa, segno che il sistema auto tutto sentiva il bisogno di ritrovarsi e ripartire. Dal 29 ottobre all’1 novembre 2020 a Milano le novità auto e moto dei costruttori coloreranno le strade e le piazze della città, uno spettacolo gratuito per il pubblico. A Monza, Tempio della velocità, andrà in scena la passione con le attività dinamiche in pista. Quello del MIMO è un format innovativo, un nuovo sistema per portare tra la gente le novità auto e motociclistiche che credo possa sostituire, in futuro, i format dei saloni tradizionali al chiuso».

Le auto davanti al Castello Sforzesco: un’ipotesi

Le auto davanti al Castello Sforzesco: un’ipotesi

Per i visitatori l’esposizione a cielo aperto, diffusa per le strade e le vie della città, sarà una passeggiata che li porterà alla scoperta dei tesori di Milano e della storia dell’automobile, rappresentata da 300 pedane numerate in cui saranno esposte le novità delle case auto e moto, i prototipi dei carrozzieri, le supercar, le hypercar, le regine del motorsport e le auto classiche di collezionisti e club. Una mappa aggiornata con tutti e 300 gli esemplari in pedana, sarà lo strumento del pubblico che potrà orientarsi e trovare le aree e i modelli d’interesse. La tecnologia sarà un grande alleato di MIMO 2020: tutte le pedane sulle quali saranno esposte le vetture avranno un codice QR e uno numerico, entrambi collegati all’applicazione web www.milanomonza.com, strumento con cui il pubblico potrà entrare nel mondo degli espositori e leggere le schede tecniche, conoscere le motorizzazioni disponibili, accedere ai configuratori e navigare nelle foto gallery, vivendo la visita in presenza a 360° in tutta sicurezza.

Le installazioni saranno disseminate nei quartieri di Milano, con due centri nevralgici riconosciuti: piazza Duomo e Castello Sforzesco. Nel cuore della città, in piazza Duomo, i costruttori saranno presenti con una pedana ciascuno, poste in ordine alfabetico e a ferro di cavallo attorno al Duomo. Davanti al Castello Sforzesco il focus green di Milano Monza Motor show, con l’esposizione e i test drive dei modelli elettrici e ibridi plug-in. Anche i modelli dedicati ai test drive saranno numerati e identificati dal codice numerico di mappatura della web app, e il pubblico potrà provarli per le strade della città previo perfezionamento della pre-registrazione precedentemente effettuata sul sito della manifestazione. L’allestimento dell’area sarà completato da colonnine di ricarica a disposizione dei brand espositori. Il Cortile del Castello Sforzesco e piazza Città di Lombardia saranno la scenografica location per prototipi di centri stile e designer, auto classiche e supercar che fanno parte di collection di collezionisti, club e musei. La Regione Lombardia conferma il suo appoggio alla manifestazione, come dichiara il vicepresidente Fabrizio Sala: «La Lombardia si conferma Regione dai numeri importantissimi nel settore automotive. Costruttori e aziende trainano tutto il mercato e questa edizione di Milano Monza Open-Air Motor Show rappresenta, in un momento particolare come questo, il desiderio di conoscere tutte le novità auto e moto più interessanti all’insegna della passione e del divertimento».

Anche piazza Duomo sarà teatro dell’esposizione automobilistica

Anche piazza Duomo sarà teatro dell’esposizione automobilistica

Tutta la passione per le due e le quattro ruote andrà in scena all’Autodromo di Monza: i brand faranno scendere in pista i modelli più sportivi e adrenalinici, e i collezionisti proveranno la grande emozione di sfilare nel circuito di Formula 1 e sulle suggestive sopraelevate dell’Anello Alta Velocità. «Un calendario di attività che accenderanno di passione Monza a cominciare dall’inaugurazione in pista che avverrà venerdì 30 ottobre in occasione della Journalist Parade» spiegano gli organizzatori del Mimo. «Tutti i grandi eventi di quest’anno – spiega il sindaco di Monza, Dario Allevi – sono stati travolti dal Covid 19. È stato così per il Gran Premio d’Italia di Formula 1 che si è dovuto svolgere, per la prima volta in quasi cent’anni di storia, a porte chiuse; così come per il Mimo che si sarebbe dovuto tenere poche settimane dopo il lockdown. Ci siamo trovati quindi davanti ad un bivio: rinviare tutto all’anno prossimo o spostarlo di qualche mese correggendolo secondo le misure anti epidemia? Grazie anche alla caparbietà degli organizzatori abbiamo optato per questa seconda soluzione, a dimostrazione che questo territorio non si arrende neppure davanti alle avversità più drammatiche. Era anche importante dare un segnale forte e di fiducia a quel settore dell’automotive così strategico per il nostro Paese, ma anche così fortemente colpito dalla pandemia. Saranno giorni intensi per tanti appassionati e addetti ai lavori, in attesa dell’edizione 2021 che ci auguriamo possa tornare ad essere così come l’avevamo immaginata nella sua prima versione».

Le Formula 1 che hanno scritto la storia del motorsport e tutta la gioia della passione: questo sarà il cameo che Historic Minardi Day farà per MIMO, come dichiarato dal patron Gian Carlo Minardi: “Nel contesto del Milano Monza Open-Air Motor Show dedicato agli appassionati dell’automobile, non può mancare un richiamo alla Formula 1 storica nel 70° anniversario dalla nascita di questa competizione. L’Historic Minardi Day è lieto di collaborare con l’amico Andrea Levy e grazie ai collezionisti e appassionati che sempre l’hanno sostenuto porterà splendide Formula 1 del passato pronte a calcare la leggendaria Pista di Monza e mostrarsi al pubblico nei box durante il weekend”.

Una sfilata per ricordare Alberto Ascari Venerdì 30 ottobre i partecipanti alla Journalist Parade sfileranno a bordo delle novità fornite dalle case auto e moto. La partenza sarà dal Castello Sforzesco e i giornalisti passeranno in largo Ascari, zona Milano sud, dove verrà inaugurato il monumento all’ultimo pilota italiano vincitore del titolo campione del mondo di Formula 1 voluto e realizzato da Aci Milano. Il tour arriverà fino all’Autodromo di Monza dove i giornalisti sfileranno su entrambi i circuiti, quello moderno e l’Anello di alta velocità, prima di ripartire alla volta di Milano. Un’inaugurazione a cui ACI Milano tiene molto, come spiegano le parole del suo Presidente, Geronimo La Russa: “Ultimo pilota italiano ad aver vinto il Mondiale piloti, quello che, a oggi, detiene il record per la più alta percentuale di vittorie in un campionato. Parlare e celebrare Alberto Ascari è per noi un grande onore e abbiamo scelto di inaugurare il monumento durante il Milano Monza Open-Air Motor Show perché è una manifestazione che abbiamo fortemente voluto e che rappresenta il nostro modo d’intendere la passione per l’automobile e la determinazione”. La Journalist Parade unirà così, idealmente, le due città simbolo di MIMO 2020, Milano e Monza, e va a comporre il ricco calendario di una manifestazione che va a definirsi sempre di più come il format del futuro per gli eventi sulla mobilità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA