Lesmo, tragedia in Liguria: scout 18enne muore in mare a Camogli
Uno scorcio di Punta Chiappa

Lesmo, tragedia in Liguria: scout 18enne muore in mare a Camogli

Si era tuffato per un bagno a Punta Chiappa. Gli amici che erano con lui tornando a riva si sono resi conto che non li aveva seguiti. Il suo corpo è stato ritrovato dopo più di un’ora

Si tuffa in mare e perde la vita. Il lesmese e scout Manuel P di 18 anni venerdì 13 agosto facendo un bagno al largo di Punta Chiappa, nei pressi del promontorio di Portofino (Provincia di Genova) con altri scout di Vimercate è annegato nel mar Tirreno. Ad accorgersi della sua scomparsa sono stati i suoi compagni che tornando a riva si sono resi conto che il giovane non li aveva seguiti probabilmente colto da un malore improvviso.

Il gruppo di ragazzi ha allertato i soccorsi che si sono presentati sul posto con un elicottero dei vigili del fuoco con i sommozzatori, mentre la capitaneria di porto ha avviato le ricerca via mare. Dopo oltre un’ora a scandagliare il mare è stato rinvenuto il corpo del 18enne esanime e i sanitari non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Il cadavere è stato portato sulla calata del porto di Camogli, da una motovedetta della Guardia costiera.

Lì si sono radunati anche i soccorritori, oltre alla Guardia costiera, Guardia di Finanza, 118 con volontari del soccorso di Ruta, Carabinieri e Croce Verde camogliese. In queste ore il corpo dello scout verrà sottoposto all’autopsia per capirne precisamente le cause della morte. Nel weekend il parroco della comunità pastorale Santa Maria di Lesmo, Camparada e Correzzana don Mauro Viganò durante le messe ha invitato a pregare per Manuel e la sua famiglia in questo momento di difficoltà.


© RIPRODUZIONE RISERVATA