Lentate sul Seveso, oltre 19 milioni per le fognature «per dire basta agli allagamenti»
Lentate piano fognature

Lentate sul Seveso, oltre 19 milioni per le fognature «per dire basta agli allagamenti»

Nei giorni scorsi l’incontro tra il sindaco di Lentate sul Seveso Laura Ferrari e la multiutility BrianzAcque per il piano di interventi da oltre 19 milioni di euro per potenziare il sistema delle fognature. Attesa per le due vasche volano.

Oltre 19 milioni di euro d’investimenti in fognature e potenziamento della rete idrica, perché Lentate sul Seveso non deve più pagare a caro prezzo gli effetti delle “bombe d’acqua”.

Lo ha annunciato con soddisfazione il sindaco, Laura Ferrari, dopo un’importante riunione con BrianzAcque, multiutility che si occupa del servizio idrico integrato per conto del Comune. Gli interventi più attesi sono sicuramente due: la vasca che sarà realizzata nell’abitato di Cimnago in zona cimitero, per ridurre il carico delle acque piovane verso l’abitato di via Tintoretto, i lavori in via Marzabotto e un’ulteriore vasca prevista in via Falcone e Borsellino, per salvare la Nazionale dei Giovi troppo spesso allagata, come un canale veneziano, quando piove in maniera particolarmente intesa.

L’elenco delle opere debutterà a Cimnago. Qui per una spesa di un milione e 800mila euro BrianzAcque: «Costruirà una vasca di contenimento – spiega il primo cittadino – L’opera porrà fine ai noti problemi di via Tintoretto: l’ho seguita dal 2017, impegnandomi con convinzione in prima persona». L’obiettivo è quello di trattenere le acque meteoriche, che altrimenti scivolerebbero senza freni verso la valle del Seveso, fuoriuscendo dai tombini di via Tintoretto. «La tabella di marcia mette poi al secondo posto il potenziamento della rete in Via Marzabotto con un impegno economico di 800mila euro».

Via Marzabotto è una traversa della Nazionale dei Giovi, esattamente alle spalle della scuola secondaria di primo grado “Leonardo da Vinci”. Da tempo i residenti di un condomino in fondo alla strada lamentano gravi e dannosi allagamenti nell’interrato, nell’atrio d’ingresso e nel vano ascensore.

Per le altre opere bisognerà attendere il 2022, quando spiega il sindaco Ferrari: «Verrà eseguita la manutenzione dell’acquedotto lungo le vie Brianza, Bizzozero e Marconi, mentre alla fine del 2022 si lavorerà per la manutenzione straordinaria della fognatura di piazza Fiume, via Isonzo, via Trento e via Piave. Dal 2024, previa approvazione dei relativi piani finanziari, s’inizierà a lavorare per la progettazione della vasca di via Falcone e Borsellino, è un’opera fondamentale per risolvere gli annosi problemi dell’asta di via Nazionale e strade limitrofe». Importo stimato, con studio di fattibilità, cinque milioni e 400mila euro.

Sempre nel 2024 verrà attuata l’estensione della rete fognaria lungo le vie Per Mariano, Brianza e Manara. «L’entità totale degli investimenti è 17 milioni e 400mila euro, esclusa la vasca di Cimnago» conclude il sindaco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA