In un capannone di Usmate merce sospetta per 200mila euro e arnesi da scasso
Parte della merce sequestrata

In un capannone di Usmate merce sospetta per 200mila euro e arnesi da scasso

Misterioso ritrovamento di merce, per un valore di mercato di circa 200mila euro, martedì mattina 27 novembre, in un capannone adibito a magazzino di Usmate Velate da parte dei carabinieri della Compagnia di Monza impegnati in verifiche di routine in merito alla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Misterioso ritrovamento di merce, per un valore di mercato di circa 200mila euro, martedì mattina 27 novembre, in un capannone di Usmate Velate da parte dei carabinieri della Compagnia di Monza. I militari l’hanno rinvenuta nel corso di controlli di routine finalizzati alla verifica dei requisiti di sicurezza nei luoghi di lavoro effettuati presso zone industriali di Monza, Arcore, Lesmo e, appunto, Usmate Velate.

Alcuni capi sequestrati

Alcuni capi sequestrati
(Foto by Roberto Magnani)

Giunti nel capannone di Usmate, adibito a magazzino, hanno rinvenuto e sequestrato centinaia di pezzi, tutti con marchi originali, tra abiti (453), cappotti (514), maglie e camicie (464), pantaloni (302), gonne (59), costumi da bagno da bambina (23), capi di abbigliamento da neonato (48) e, ancora, due scatole con 714 rossetti di varie marche, altre quattro scatole con 4.100 correttori cosmetici e una borsa con all’interno vari arnesi da scasso. Verifiche sono in corso per stabilire la provenienza della merce. I carabinieri stanno anche provvedendo al rintraccio dei proprietari del capannone, verosimilmente, dicono dall’Arma, all’oscuro di tutto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA