I coniugi Green scelgono Giussano per ricordare i 25 anni dalla morte del figlio Nicholas
Margaret e Reginald Green con i figli in una foto del 1997

I coniugi Green scelgono Giussano per ricordare i 25 anni dalla morte del figlio Nicholas

Nicholas Green morì dopo essere stato ferito da un colpo di arma da fuoco nel corso di una rapina. I genitori donarono gli organi del figlio e da allora sono rimasti molto legati all’Aido di Giussano. Mamma Margaret non veniva in Italia da più di vent’anni. Il prossimo week-end dedicato al ricordo del bambino.

I genitori di Nicholas Green saranno a Giussano sabato 5 e domenica 6 ottobre per ricordare il figlio morto 25 anni fa. Giussano sarà l’unico luogo in Italia, dei 120 intitolati a Nicholas, a celebrare il 25esimo della scomparsa di Nicholas alla presenza dei suoi genitori.

Reginald e la moglie Margaret sono già in Italia e mercoledì mattina hanno inaugurato un reparto al Policlinico di Messina. Nicholas è deceduto il primo ottobre del 1994 quando aveva 7 anni. Si trovava in vacanza in Italia con i genitori e la sorellina, quando sulla Salerno-Reggio Calabria, l’auto sulla quale viaggiavano verso la Sicilia, fu scambiata da alcuni rapinatori per quella di un gioielliere.

Nicholas Green

Nicholas Green
(Foto by Barbara Faverio)

Il colpo finì male e Nicholas fu ferito gravemente e ricoverato al centro di Neurochirurgia del Policlinico di Messina. Morì appunto il 1 ottobre 1994. Una tragedia che però portò ad un grandissimo gesto di generosità. I genitori infatti, nonostante il dolore, decisero di donare gli organi del figlio: cuore, fegato, pancreas, i reni e le cornee. La vicenda fece il giro del mondo e la famiglia Green in tutti questi anni si è impegnata a promuovere la diffusione delle donazioni di organi e ad aumentare, di conseguenza, i trapianti. Strettissimo il legame con l’Aido di Giussano. La mamma Margaret non veniva in Italia da più di vent’anni e si è mossa proprio in occasione del 25esimo della perdita del figlio, fermandosi proprio in città.


© RIPRODUZIONE RISERVATA