Groane: spacciatori (e tossicodipendenti) al parco con autocertificazioni false
Un’auto della polizia provinciale

Groane: spacciatori (e tossicodipendenti) al parco con autocertificazioni false

Continuano i controlli della polizia provinciale al Parco delle Groane, centro della droga in Brianza: nel mese di marzo scoperti spacciatori e tossicodipendenti con false autocertificazioni.

Autocertificazioni false per andare a spacciare (o consumare stupefacenti) nel Parco delle Groane, cioè uno dei luoghi più critici in Brianza per lo spaccio. Lo segnala la Provincia di Monza e Brianza, che nel corso del mese di marzo non ha allentato i controlli nell’area, dove ha riscontrato attraverso la polizia provinciale “numerose violazioni in relazione alla presenza di tossicomani o spacciatori che violano l’ordinanza sugli spostamenti o autocertificano falsamente lo stato di necessità ad uscire di casa e aggirarsi nell’area protetta”.

Continua anche il presidio sulla Milano-Meda: 15 unità, 3 turni giornalieri, 2 pattuglie presidiano ogni giorno ’ingresso della superstrada per monitorare gli spostamenti ed accertare il rispetto delle regole stabilite dagli ultimi decreti ministeriali e supportati dalle ordinanze della Regione Lombardia. A marzo sono stati eseguiti due fermi, riscontrate 15 violazioni della serrata ingiustificate, 3 autocertificazioni false. Il 31 marzo è stata anche sequestrata droga a un automobilista: 5 grammi di eroina e 1 di cocaina.


© RIPRODUZIONE RISERVATA