Giussano: videosorveglianza e “leggi targhe”, ecco dove saranno i nuovi occhi elettronici
Il comandante della polizia locale Martino De Vita e il sindaco Marco Citterio, alle loro spalle tecnici al lavoro sulla videosorveglianza. (Foto by Federica Verno)

Giussano: videosorveglianza e “leggi targhe”, ecco dove saranno i nuovi occhi elettronici

Ampliamento e riqualificazione dell’impianto di videosorveglianza: entro la fine di luglio saranno attive nuove telecamere nell’ambito del progetto cofinanziato dalla Regione Lombardia. Dove verranno installate: la mappa.

Ampliamento e riqualificazione dell’impianto di videosorveglianza: entro la fine di luglio saranno attive a Giussano nuove telecamere nell’ambito del progetto cofinanziato da Regione Lombardia. Verranno sostituite tredici telecamere obsolete con strumenti di ultima generazione e ne saranno installate 10 nuove. Inoltre è prevista la messa in funzione di nuovi impianti per la lettura delle targhe ai varchi cittadini.

I tredici impianti da sostituire: due si trovano in prossimità del cimitero di Paina, altrettante nei pressi del parco di via Pastore, una sul piazzale della Chiesa di Birone e una presso il parco di Via Leopardi, un’altra in piazza mercato a Giussano, una sul piazzale della Chiesa di Giussano, due in prossimità della piazzetta San Luigi e del sottopasso e tre al Parco Nicholas Green.

I nuovi impianti, per un totale di dieci, saranno invece collocati: uno al parco di via Santa Margherita, una al parco Nicholas Green, quattro nel nuovo parco urbano “Oriana Fallaci”, due nell’area del laghetto e una telecamera e un dispositivo di lettura targhe troveranno ubicazione sulla Strada provinciale 102 alla rotonda al confine con Briosco.

Il sistema consentirà di fornire agli operatori della polizia locale la supervisione sullo stato del territorio.

Gli operatori potranno controllare dalla centrale operativa anche la programmazione delle telecamere e il loro movimento in modo da poter selezionare la visuale più idonea per l’osservazione dei fenomeni in atto nel luogo da monitorare. Nel progetto è infatti prevista anche la sostituzione, presso la centrale operativa, di software e hardware per il collegamento dell’impianto alla locale stazione dei Carabinieri.

Lo scopo principale è dunque quello di poter monitorare dalla centrale operativa della polizia locale la circolazione viaria e, in generale, il territorio a garanzia dei beni del Comune quali monumenti, parchi pubblici, strutture sportive, parcheggi, scuole da preservare da atti vandalici. «Siamo alla fase conclusiva di un lavoro che porterà Giussano e frazioni ad avere un moderno impianto di video sorveglianza, che con gli impianti di lettura targhe, permetterà alle forze dell’ordine di controllare anche i varchi di ingresso al nostro territorio comunale, per una maggiore sicurezza di tutti – ha detto il sindaco Marco Citterio -. Un grazie a Regione Lombardia e alla polizia locale che hanno creduto in questo progetto».

Nell’esecuzione dei lavori è prevista, come miglioria, anche la sostituzione di ulteriori 18 videocamere, di cui 10 fisse ed 8 “Dome” (con brandeggio) e l’installazione di altre quattro postazioni di lettura targhe, le cui posizioni sono state identificate all’incrocio semaforico tra le vie Viganò e Cantore, all’incrocio semaforico tra viale Monza e via Battisti al confine tra la frazione di Robbiano e Verano, alla rotatoria posta all’incrocio tra le vie Como e Dell’Artigianato a confine tra la frazione di Paina ed il Comune di Mariano Comense, ed all’intersezione tra le vie IV Novembre e Udine a confine tra Paina ed il Comune di Seregno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA