Famiglie in difficoltà a causa del Covid, Concorezzo stanzia 66mila euro
Il Comune di Concorezzo stanzia fondi per le famiglie in crisi a causa del Covid

Famiglie in difficoltà a causa del Covid, Concorezzo stanzia 66mila euro

Il fondo erogato dal Comune per chi ha patito le conseguenze economiche della pandemia. Il contributo per il sostegno alle spese alimentari, alle spese per l’affitto e al pagamento delle utenze domestiche

L’Amministrazione comunale ha stanziato 66mila euro come contributo in sostegno delle famiglie concorezzesi in difficoltà economica a causa della pandemia. Si tratta di fondi che potranno essere utilizzati come sostegno alle spese alimentari, alle spese per l’affitto e al pagamento delle utenze domestiche. I richiedenti, in possesso dei requisiti richiesti dal bando, potranno ottenere fino a tre contributi anche cumulabili tra loro.

Nel dettaglio, per il sostegno per le spese alimentari è previsto un contributo di 100 euro per ciascun componente del nucleo famigliare per un massimo di 500 euro. Il sostegno al canone di locazione potrà essere destinato, invece, a coprire tre mensilità fino ad un massimo di 1500 euro. Per quanto riguarda il sostegno per il pagamento delle utenze domestiche (acqua, luce e gas), occorrerà fare riferimento all’ultima bolletta emessa riportante la morosità pregressa e non saldata, per un importo massimo di mille euro complessivi. Le domande dovranno essere presentate dal 13 al 30 settembre 2021.

«Abbiamo voluto destinare un ulteriore fondo, oltre a quelli già stanziati i mesi scorsi, certi della necessità di continuare a sostenere le famiglie in difficoltà a causa della pandemia- ha precisato l’assessore ai Servizi Sociali, Walter Magni-. Se dal punto di vista sanitario la situazione è infatti migliorata, dal punto di vista economico sono purtroppo in tanti a subire ancora oggi gli effetti della crisi. Il fondo a disposizione è suddiviso in tre ambiti così da poter sostenere le famiglie in modo più completo possibile. Le domande potranno essere presentate a partire dal 13 settembre. Abbiamo voluto diffondere subito la comunicazione relativa al bando così da permettere alle famiglie interessate di poter iniziare a raccogliere per tempo la documentazione necessaria».


© RIPRODUZIONE RISERVATA