Elezioni, i brianzoli per un posto a Roma a Camera e Senato

Un risiko per la squadra dei politici brianzoli che correranno per un posto a Roma nelle elezioni politiche del 4 marzo. Chi c’è in lista e per chi.

Un risiko per la squadra dei politici brianzoli che correranno per un posto a Roma nelle elezioni politiche del 4 marzo.

Il Pd brianzolo candida Roberto Rampi al Senato, terzo nel listino proporzionale del collegio di Monza e Sesto San Giovanni, e Enrico Brambilla alla Camera, candidato all’uninominale a Gorgonzola e in parte del vimercatese (e non il contrario come in una prima stesura, ndr).

VAI IN EDICOLA L’analisi delle candidature, chi può farcela e chi no, sul Cittadino in edicola giovedì 1 febbraio 2018 (anche digitale)

Candidati alla Camera anche il segretario monzese Alberto Pilotto nel collegio Monza-Seregno, il segretario provinciale Pietro Virtuani, candidato alla Camera a Monza, il sindaco di Veduggio con Colzano Maria Antonia Molteni schierata a Seregno e l’ex vicesindaco di Meda Simona Buraschi (Bollate-Sesto San Giovanni), l’ex vicesindaco Cherubina Bertola in lizza per il Senato.

LEGGI Elezioni, Centemero: «Discriminata in Forza Italia per l’impegno per le donne»

Forza Italia: il senatore Andrea Mandelli correrà per la Camera sia all’uninominale di Monza che al plurinominale nel listino con Francesco Ferri, mentre per il Senato il partito ha piazzato Stefania Craxi.
La deputata Elena Centemero è in corsa a Cologno per il Senato al terzo posto del listino proporzionale, davanti al sindaco di Concorezzo Riccardo Borgonovo. Paolo Romani si batterà per Palazzo Madama sia a Milano che a Sesto dove, per la Camera, cercherà voti Guido Della Frera.

Lega: il deputato uscente Paolo Grimoldi, in corsa nel proporzionale, potrebbe essere raggiunto dal lissonese Andrea Crippa in lizza a Bollate, dal segretario provinciale Emanuele Pellegrini in gara a Cologno, dal concorezzese Massimiliano Capitanio. Dovrebbe, invece, arrivare a Palazzo Madama Massimiliano Romeo, secondo nel proporzionale dietro a Giulia Bongiorno, candidata anche altrove.

Movimento 5 Stelle: per la Camera c’è Davide Tripiedi, in lizza davanti alla monzese Elisabetta Bardone nel collegio brianzolo e all’uninominale a Seregno. Gianmarco Corbetta è secondo nel listino del Senato.

Ci sarà anche il Grande Nord: i fuoriusciti dalla Lega a Monza sfidano i padani con il cestista Alessandro Bianchi, in corsa per il Senato, e a Bollate puntano sull’ex sindaco di Meda Giorgio Taveggia, in lizza per la Camera.

La neonata aggregazione di sinistra “Potere al popolo” farà capolino in tutti i collegi: nel capoluogo punta su Michele Quitadamo e Alessandro Frighi alla Camera e su Anna Caioli al Senato.

Liberi e Uguali di Piero Grasso candida la presidente della Camera Laura Boldrini, in corsa nel proporzionale a Monza-Seregno e a Cologno. Negli stessi collegi cercherà la conferma la senatrice Lucrezia Ricchiuti mentre per tentare di tornare a Roma Pippo Civati è migrato a Brescia.

Noi per l’Italia, la quarta gamba del centrodestra, presenta a Monza Roberto Formigoni, nel listino plurinominale del Senato, e l’ex sindaco Rosella Panzeri.

Civica Popolare del ministro Lorenzin tra gli aspiranti parlamentari propone l’ex assessore azzurro di Monza Alfonso Di Lio affiancato al Senato dall’ex consigliere comunale della Margherita Claudio Consonni.

I Fratelli d’Italia candidano Paola Frassinetti nel collegio di Seregno. Nel listino proporzionale del collegio Monza-Seregno ci sono Riccardo De Corato, il vicesindaco di Meda Alessia Villa e l’assessore monzese Andrea Arbizzoni. Nel plurinominale il partito schiera Isabella Rauti, l’ex ministro Ignazio La Russa, l’ex assessore monzese Lucia Arizzi e il varedese Pasquale Lamanna.


© RIPRODUZIONE RISERVATA