Elezioni a Seveso: l’ex sindaco Allievi  apre la sede della sua lista civica, la Lega lo attacca
Il sindaco Luca Allievi (Foto by Diego Marturano)

Elezioni a Seveso: l’ex sindaco Allievi apre la sede della sua lista civica, la Lega lo attacca

L’ex sindaco Luca Allievi, che si era dimesso all’inizio di luglio, ha presentato la nuova sede della sua lista civica e la nuova pagina Facebook del suo gruppo. Gli ex alleati della Lega polemizzano.

Dimettendosi aveva lasciato intendere che si sarebbe fatto trovare pronto per la nuova corsa elettorale e ora l’ex sindaco Luca Allievi presenta la nuova sede della sua lista civica e la nuova pagina Facebook del suo gruppo. Che poi nuovissima non è, visto che si tratta della vecchia pagina della Lega di Seveso alla quale è stato cambiato nome, intitolandola alla civica senza però rinunciare agli oltre 2500 follower e mantenendo tutti i contenuti precedenti alla nuova intitolazione. Di contro, è stata cancellata dall’etere la precedente pagina della lista civica, che si era formata a livello istituzionale con la creazione di un gruppo consigliare omonimo qualche mese prima delle dimissioni su iniziativa dei consiglieri Massimo Carro e Maria Luigia Dal Ben. Il nuovo comitato elettorale si trova in via Dante 7.

«Sarà un luogo di incontro, aperto a tutti e in particolare alle persone che vivono o lavorano a Seveso - spiegano dalla lista civica - e sarà usato per condividere idee e opinioni, illustrare i progetti realizzati e avviati dall’amministrazione Allievi nel periodo 2018 - 2021, approfondire la questione Bosco delle Querce con annessa gestione delle vasche di discarica contenente materiale inquinato da diossina e comprendere le importanti motivazioni che hanno portato il primo cittadino a fare un temporaneo passo a lato per fare luce su una questione che altri avrebbero voluto insabbiare. Sarà anche luogo di confronto sul programma che vogliamo presentare».

Sulla stessa pagina iniziano le prime schermaglie elettorali: la lista Allievi accusa la candidata sindaca del centrodestra Alessia Borroni di essersi disinteressata del progetto di installazione di nuovi semafori pedonali per non vedenti.
Di contro, la Lega risponde per le rime: «Dopo la decisione di dimettersi non condivisa con nessuno, nemmeno con la Lega che l’ha sempre sostenuto, i tentativi di parlare con lui per avere spiegazioni logiche non sono andati a buon fine. A seguito di un’azione del genere, che ha causato la fine del rapporto di fiducia tra lui e il resto degli assessori - i suoi più stretti collaboratori - era impossibile continuare ad avere un rapporto di leale collaborazione che da parte nostra c’era sempre stata. Ciò nonostante, Alessia Borroni ha sempre lavorato con gli uffici per la realizzazione del progetto. Dalla lista Allievi arrivano solo falsità e fumo negli occhi degli elettori».


© RIPRODUZIONE RISERVATA