Mercoledì 12 Giugno 2013

Ecco i truffatori dello specchietto

Boom di episodi nel Vimercatese

Truffatori dello specchietto in azione nel Vimercatese

Con una frequenza di una segnalazione ogni due settimane circa, e l’ultimo episodio capitato lunedì, la truffa dello specchietto è sempre dietro l’angolo. Tanto che in settimana il comando di polizia locale ha invitato gli automobilisti che percorrono le strade di Usmate Velate a prestare la massima attenzione, per cadere vittime del vecchio trucco.

La dinamica è sempre la stessa, pur con qualche sfumatura tra caso e caso, come spiegano dall’ufficio dei vigili di via Milano. Il malcapitato viene preso di mira e seguito per un tratto di strada finché non si raggiunge un luogo poco affollato. È a questo punto che scatta la truffa: con un sassolino – grande quanto basta a fare rumore lanciato contro la carrozzeria, piccolo quanto basta a non lasciare un segno vistoso – o addirittura con una manata, i truffatori simulano un impatto. Poi mostrano uno specchietto rotto e un po’ facendo leva sul senso di responsabilità (e di colpa) del guidatore, e un po’ spingendo sul tasto di una soluzione conciliante e senza passare per le lungaggini dell’assicurazione, chiedono che il danno sia ripagato immediatamente.

Secondo quanto riferito dalla polizia locale, le cifre si aggirerebbero – per i casi usmatese – intorno ai duecento euro. Va detto che soprattutto negli ultimi tempi (complice probabilmente il passaparola e l’invito a stare in guardia delle forze dell’ordine) le truffe sembrano non essere andate a buon fine. Dalle informazioni raccolte dagli agenti tra chi è stato vittima del tentativo o del raggiro, le auto cambiano con molta frequenza, proprio per non dare nell’occhio e sono stati individuati già almeno tre modelli, una Mini nuova con bande di un colore diverso sul cofano, una Fiat Punto scura e un’Alfa 147.

La banda dello specchietto insomma è sempre attiva, negli ultimi tempi sul territorio usmate-velatese: sembra preferire appunto luoghi poco affollati, dopo un breve inseguimento, così da intimorire anche i malcapitati automobilisti. L’ufficio di via Milano ha diramato in settimana un avviso a tutto il paese, anche via web: «Sono pervenute segnalazioni al comando di polizia locale di avvenimenti compatibili con la cosiddetta “ Truffa dello specchietto”, durante la quale i truffatori fingono un incidente con danno al loro specchietto e chiedono denaro in contante come risarcimento immediato. Tutti i cittadini sono invitati, in questi casi, a non dare denaro in contanti, a contattare la Polizia Locale (039 6757028) o altre Forze di Polizia e a segnalare i numeri di targa dei veicoli coinvolti».

Letizia Rossi

© riproduzione riservata