«Devo benedire la casa»: si finge sacerdote per truffare un’anziana di Desio
Un mezzo dei carabinieri

«Devo benedire la casa»: si finge sacerdote per truffare un’anziana di Desio

Un uomo si è presentato come sacerdote alla porta di un’anziana di Desio dicendo di voler benedire la casa. All’interno ha spruzzato spray al peperoncino ed è fuggito, forse per il malore della donna.

«Sono un sacerdote, posso entrare? Sono qui per benedire la sua casa». Non bastavano i finti idraulici, i finti elettricisti, i falsi poliziotti o carabinieri. Ora ci sono anche i falsi preti, pronti ad entrare in azione per truffare gli anziani. La tecnica del falso prete è stata utilizzata in settimana da un impostore che truffato una donna di 92 anni. È a Desio, nel rione di San Pietro e Paolo. Un uomo si è presentato davanti alla casa di un’anziana. Ha suonato il campanello e ha chiesto di poter entrare nell’abitazione.

«Sono un prete in borghese, dovrei benedire la sua casa» le ha detto. Lei, colta impreparata, davanti alla richiesta ha acconsentito. Ha aperto la porta allo sconosciuto. E lui, una volta dentro, ha spruzzato uno spray al peperoncino per infastidire e distrarre la sua vittima. La donna si è sentita male. Il finto religioso è uscito velocemente di casa, senza che nessuno lo notasse. Non è ancora chiaro se sia riuscito a portare via qualcosa o no. La pensionata ha chiamato subito la vicina di casa, che l’ha accompagnata al vicino Pronto Soccorso.

Sul posto sono arrivati anche i carabinieri, che ora stanno cercando di rintracciare il finto prete. Le forze dell’ordine raccomandano la massima prudenza, soprattutto ai più anziani, presi di mira dagli impostori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA