Dal 12 ottobre i carburanti cambiano nome: simboli e numeri per il rifornimento “europeo”
Una pompa di benzina

Dal 12 ottobre i carburanti cambiano nome: simboli e numeri per il rifornimento “europeo”

Novità alle pompe di rifornimento: da venerdì 12 ottobre cambiano i nomi dei carburanti in applicazione di una norma europea. Ecco quali sono i nuovi nomi e simboli.

Novità alle pompe di rifornimento: da venerdì 12 ottobre cambiano i nomi dei carburanti. È l’applicazione di una norma europea e serve a uniformare le etichette in un contesto di sviluppo dei carburanti alternativi. La novità riguarda le stazioni di rifornimento ma anche le nuove auto.

Nuovi nomi e simboli a identificare il carburante: un cerchio per la benzina, un quadrato per il diesel e un rombo per i combustibili gassosi; “E” per indicare la benzina (all’estero è affiancata da un numero per la percentuale di etanolo), “B” per il diesel più un eventuale numero a specificare la percentuale “ecologica” (tipo il biodiesel), LPG per il Gpl, “H2” (o altre lettere) per i combustibili gassosi.

Sono interessate tutte tipologie di veicoli, dal motorino al tir. Le etichette si troveranno in prossimità del tappo o dello sportello del serbatoio e sul manuale d’uso e manutenzione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA