Covid: quando serve il Green Pass, nuovi parametri per il cambio colore delle regioni. Draghi: «Appello a non vaccinarsi è appello a morire»
Green pass ristoranti (Foto by Fabrizio Radaelli)

Covid: quando serve il Green Pass, nuovi parametri per il cambio colore delle regioni. Draghi: «Appello a non vaccinarsi è appello a morire»

Nel decreto legge approvato giovedì 22 luglio le nuove misure per il contenimento dell’emergenza sanitaria: proroga dello stato d’emergenza al 31 dicembre, cambio di parametri per cambio colori di regioni e estensione dell’uso del Green pass dal 6 agosto.

“Il Green pass non è arbitrio, è una condizione per tenere aperte le attività economiche; anche nella definizione dei parametri, si è scelto di tutelarle tenendo le regioni in zona bianca”. Così il presidente del consiglio Mario Draghi ha spiegato il punto di partenza del decreto legge approvato dal consiglio dei ministri del 22 luglio con nuove misure per il contenimento dell’emergenza sanitaria.

Con l’esplicita esortazione a vaccinarsi, perché “la variante Delta è anche più minacciosa di altre varianti e l’appello a non vaccinarsi è un appello a morire”, ha detto Draghi senza giri di parole: “Non ti vaccini, ti ammali, muori. Oppure fai morire: non ti vaccini, ti ammali, contagi, lui o lei muore”.

Il decreto legge quindi ha deciso per la proroga dello stato d’emergenza al 31 dicembre, per il cambio di parametri per cambio colori di regioni e per l’estensione dell’uso del Green pass, la certificazione verde dell’avvenuto vaccino anticovid per i cittadini dai 12 anni in su. Maggiori dettagli con la pubblicazione del documento.

Cambio colori . “Fino a pochi mesi fa parametro prevalente era l’rt, ultimamente è stato riconosciuto nell’incidenza cioè il numero di casi: consideriamo come paramentro prevalente il tasso di ospedalizzazione”, ha spiegato il ministro Speranza.

Le regioni quindi passeranno da bianco a giallo se il tasso di terapie intensive supererà il 10% e l’occupazione area medica al 20%.

Passerà ad arancione con le stesse percentuali al 20% e al 30%, in zona rossa con il 30% e il 40%.

“Il nostro paese ha somministrato oltre 60 milioni di dosi, quindi si guarda a miglioramento del dato ospedalizzazioni”, ha detto ancora Speranza.

Green Pass. Infine l’estensione del Green pass, sottolineando che “sono 40 milioni le certificazioni verdi scaricate dagli italiani” da quando è attivo.

Se era già previsto per matrimoni e rsa, dal 6 agosto è esteso ai servizi ristorazione per consumi al tavolo al chiuso, per spettacoli all’aperto, teatri e cinema, centri termali, piscine, palestre, fiere, congressi e concorsi.
l Green pass sarà valido anche con una sola dose di vaccino (validità 9 mesi), un tampone negativo nelle 48 ore precedenti o la guarigione dal Covid nei sei mesi precedenti.

Richiesto anche in zona bianca per: Servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso;
Spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi;
Musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
Piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso;
Sagre e fiere, convegni e congressi;
Centri termali, parchi tematici e di divertimento;
Centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione;
Attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
Concorsi pubblici;
Accedere a strutture sanitarie e rsa;
Feste e ricevimenti.

Scuola, trasporti, lavoro. Dalla prossima settimana verranno affrontate le aree di scuola, trasporti e lavoro che sono rimaste fuori dal decreto approvato e esigeranno altre misure.

LA CONFERENZA STAMPA


© RIPRODUZIONE RISERVATA