Covid, all’ospedale San Gerardo di  Monza salgono i ricoveri (anche di vaccinati) e l’età media: «Importante la terza dose»
Ospedale san Gerardo (Foto by Fabrizio Radaelli)

Covid, all’ospedale San Gerardo di Monza salgono i ricoveri (anche di vaccinati) e l’età media: «Importante la terza dose»

In una settimana i ricoverati per Covid all’ospedale San Gerardo di Monza sono saliti da 29 a 46: «Anche se di molto inferiori rispetto all’anno scorso», analizza il direttore dell’unità operativa di Malattie Infettive.

Sono saliti a 46 pazienti ricoverati per covid all’ospedale San Gerardo di Monza, erano 29 nel bollettino dell’8 novembre. I dati diffusi da Asst Monza dicono che 26 persone sono nel reparto di Malattie Infettive (8 non vaccinati), 8 sono in terapia intensiva (5 non vaccinati), 8 in terapia intensiva respiratoria (6 non vaccinati) e quattro in altro reparto (2 non vaccinati). L’età media è di 71 anni (era 66 due settimane fa).

Nella settimana dall’8 novembre al 14 novembre hanno avuto accesso al pronto soccorso 1.878 pazienti: tra questi 158 con sintomatologia Covid e 27 ricoverati. Sono deceduti 4 pazienti.

“Nell’ultima settimana si è assistito ad un significativo aumento dei ricoveri, un po’ come sta avvenendo in tutta Italia vista la ripresa della epidemia, anche se di molto inferiori rispetto all’anno scorso - analizza il professor Paolo Bonfanti, direttore dell’unità operativa di Malattie Infettive - È salito il numero di ricoverati completamente vaccinati (circa la metà dei pazienti attualmente ricoverati) ma si tratta per lo più di persone anziane con comorbidità o persone vaccinate da molti mesi, in cui si assiste a una parziale perdita dell’efficacia del vaccino: da qui l’importanza per la popolazione di aderire alla campagna vaccinale della terza dose”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA