Covid: a Seregno 280 positivi (in calo), per i vaccini il Comune conferma l’impegno sul trasporto
Il centro vaccinale di via Briantina a Seregno: resterà chiuso (Foto by Paolo Colzani)

Covid: a Seregno 280 positivi (in calo), per i vaccini il Comune conferma l’impegno sul trasporto

Il centro vaccinale di via Briantina a Seregno non aprirà, il Comune prende atto e conferma l’impegno sul servizio di trasporto con Auto Amica e Seregno Soccorso. Intanto sono 280 i positivi, in calo rispetto al report precedente.

I dati che descrivono l’andamento dell’emergenza sanitaria sul territorio di Seregno continuano ad essere oscillanti. L’ultimo report fornito nel merito dal sindaco Alberto Rossi ha infatti certificato che il numero degli attualmente positivi al Covid 19 è pari a 280, con un decremento significativo rispetto alla comunicazione precedente, risalente al primo giorno di aprile, che invece aveva indicato l’ammontare in 319. Dall’inizio della pandemia, ormai più di un anno fa, i residenti che hanno dovuto fare i conti con il Coronavirus sono stati 3mila 635, dei quali 123 sono deceduti. Le persone in regime di sorveglianza attiva o in isolamento domiciliare sono infine 331.

Prendendo atto dell’impossibilità di avviare l’attività del centro vaccinale di prossimità già allestito in via Briantina, Rossi ha quindi ribadito «in ogni caso l’impegno di Seregno a favore dei propri cittadini, partendo dalla conferma del servizio di trasporto offerto in collaborazione con Auto Amica e Seregno soccorso».

Per usufruirne ed essere trasportati al centro vaccinale di pertinenza, occorre telefonare dal lunedì al venerdì, tra le 8 e le 12.30, allo 0362 330414 oppure, in alternativa, al 366 1466791. Il sindaco ha inoltre sottolineato che, come da indicazioni della vicepresidente della Regione Lombardia Letizia Moratti, che ha la delega al Welfare, «gli over 80 che non avessero aderito alla campagna vaccinale o non fossero ancora stati vaccinati, possono recarsi al centro vaccinale più vicino tra il 7 e l’11 aprile, muniti di tessera sanitaria e carta di identità, per essere vaccinati».


© RIPRODUZIONE RISERVATA