Così è nata la valvola Charlotte che trasforma le maschere da snorkeling (e la Brianza c’entra)
Le valvole Charlotte di Oldrati group

Così è nata la valvola Charlotte che trasforma le maschere da snorkeling (e la Brianza c’entra)

Il gruppo Oldrati, con sede anche ad Agrate, distribuisce i primi kit e le valvole Charlotte che trasformano le maschere da snorkeling in respiratori d’emergenza. Ecco come è nato il progetto. Prime consegna al Policlinico di Monza.

Trasformare le maschere da snorkeling full face in maschere respiratorie di emergenza: il progetto è nato in una manciata di giorni grazie alla risposta di Insinnova e The FabLab che, a lora volta, hanno contattato Decathlon per avere i progetti della maschera. La catena di negozi per lo sport si è resa disponibile ed è così nata la valvola Charlotte che permette di trasformare l’attrezzatura da snorkeling in strumento di respirazione.

Subito dopo, è stato il gruppo Oldrati di Bergamo - che ha un centro anche ad Agrate Brianza - ad avere raccolto il testimone, mettendosi a disposizione per realizzare uno stampo a iniezione per la produzione industriale.

La maschera trasformata

La maschera trasformata

“Nella fase iniziale l’idea è venuta proprio dall’unione di più esperienze ed esigenze: medici in prima linea nella lotta a Covid-19 e Isinnova, società tecnologica di sviluppo innovativo” ricorda il gruppo che si era già occupato della produzione delle maschere da snorkeling “e, grazie alla fondamentale collaborazione con le diverse realtà coinvolte nel progetto, è riuscito a creare in tempi record uno stampo che permette di produrre su scala industriale, con stampaggio di plastica ad iniezione, la valvola Charlotte”.

Le valvole Charlotte

Le valvole Charlotte

Il gruppo ha deciso poi di donare 2.000 kit Easy-Covid19 e 10.000 valvole Charlotte Oldrati agli ospedali. I primi sono stati consegnati all’Asst del Garda e a quella di Crema, all’Asl 2 della Liguria, alla protezione civile di Clusone per destinarli agli ospedali di Piario e Clusone, a Valle Camonica solidale per le rsa di Lozio e Pisogne, al Policlinico di Monza.

Tutte le istituzioni, ospedali, enti, associazioni interessate alle valvole Charlotte Oldrati possono scrivere a [email protected] o contattare il numero +39 035 9160244.


© RIPRODUZIONE RISERVATA