Cosa c’è sul Cittadino di giovedì 16 gennaio 2020 (con le prime due novità dell’anno)
prima pagina il CittadinoMb giovedì 16 gennaio 2020 (Foto by Chiara Pederzoli)

Cosa c’è sul Cittadino di giovedì 16 gennaio 2020 (con le prime due novità dell’anno)

La scomparsa di don Dino Gariboldi, la condanna di Lady Sorriso Canegrati, l’anniversario della nevicata dell’85, la posa delle pietre d’inciampo sul Cittadino di giovedì 16 gennaio 2020. Che fa debuttare le prime due novità: la Rassegna (Za)mpa e l’inserto speciale Scuola.

Arriva nelle edicola con due novità il Cittadino di giovedì 16 gennaio 2020: con il giornale debuttano infatti la Rassegna (Za)mpa, una rubrica quindicinale dedicata al mondo degli animali domestici, e l’inserto speciale Scuola, “un viaggio nella Brianza del Sapere e dell’educazione” destinato ad alunni, docenti e famiglie.

VAI ALL’EDICOLA DIGITALE Acquista a 0,99 euro la copia digitale del Cittadino di Monza del 16 gennaio 2020

prima pagina il CittadinoMb giovedì 16 gennaio 2020 Inserto Scuola

prima pagina il CittadinoMb giovedì 16 gennaio 2020 Inserto Scuola

prima pagina il CittadinoMb giovedì 16 gennaio 2020 Rassegna Zampa

prima pagina il CittadinoMb giovedì 16 gennaio 2020 Rassegna Zampa

La notizia di apertura è dedicata alla condanna di Lady Sorriso: l’imprenditrice monzese Maria Paola Canegrati, al centro dell’inchiesta Smile sulle tangenti nel mondo dell’odontoiatria lombarda, è stata condannata in primo grado a dodici anni. Più di quanto avesse chiesto l’accusa.

prima pagina il CittadinoMb giovedì 16 gennaio 2020

prima pagina il CittadinoMb giovedì 16 gennaio 2020

Il primo piano è dedicato alla scomparsa di don Dino Gariboldi, arciprete (poi emerito) di Monza per quarant’anni. Quattro pagine speciali per raccontarne cuore, fede e opere. La tumulazione nel Duomo è all’esame della curia.

In evidenza la presentazione della cerimonia di posa delle prime pietre d’inciampo monzesi dedicate alla memoria dei cittadini deportati nei lager.
E la grande nevicata del 1985 raccontata da chi l’ha vissuta, subita e gestita. Fiocchi ( tanti) e polemiche (anche).

In cronaca il caso dei cuccioli di cane affidati a nuove famiglie otto anni fa dopo un sequestro della polizia provinciale e la richiesta dei giudici, oggi, a fine processo, di restituirli all’allevatore che li aveva messi in vendita nel parcheggio di un supermercato.

A proposito di animali, c’è un altro caso: quello dei gabbiani del Nord arrivati a svernare sulle rive del Lambro.

Una notizia arriva dalla Villa reale, anzi dal suo teatrino: i restauri in corso hanno svelato le decorazioni originali volute da Eugenio di Beauharnais. Ne parla il funzionario della Soprintendenza .

Dopo la chiusura dopo 40 anni del negozio di dischi, da via Cavallotti rimbalza il crowdfunding lanciato dal proprietario per salvare lo storico Carillon.

In viaggio nei quartieri il Cittadino ha fotografato la metamorfosi di alcuni esercizi commerciali per sopravvivere: edicole micromarket, bar fioristi o quasi uffici.

Da San Rocco invece la preoccupazione per diverse incursioni nella scuola Pertini. E c’è preoccupazione.

Sul CittadinoPiù l’errore dell’Inps che ha stangato le pensioni di molti brianzoli, un servizio speciale sulla rivoluzione brianzola delle stampanti in 3D, il ritorno delle fotografie di Steve McCurry all’arengario.


© RIPRODUZIONE RISERVATA